Tracollo Veneto Banca: chiuse le indagini su Vincenzo Consoli e altre 14 persone

Nel mirino della Procura di Roma, che ipotizza i reati di aggiotaggio, ostacolo alla vigilanza di Bankitalia e Consob, anche gli ex presidenti Flavio Trinca e Francesco Favotto

MONTEBELLUNA Aggiotaggio, ostacolo alla vigilanza di Bankitalia e della Consob. Sono questi i reati contestati a vario titolo dalla Procura di Roma, che ha chiuso le indagini sul caso Veneto Banca, all'ex amministratore delegato dell'istituto di credito di Montebelluna Vincenzo Consoli, ai due ex presidenti Flavio Trinca e Francesco Favotto e ad altre 12 persone tra manager, ex componenti del collegio sindacale e dirigenti della banca.

Nello specifico nell'avviso di chiusura indagini i magistrati romani, che da tempo stanno indagando sul tracollo finanziario di Veneto Banca che ha travolto migliaia di risparmiatori, contestano tra l'altro a Vincenzo Consoli (agli arresti domiciliari dallo scorso agosto) e a Flavio Trinca di aver comunicato a Bankitalia un patrimonio di Veneto Banca non corrispondente a quello reale, per il 2013 e l'ultimo trimestre del 2012: in pratica, secondo i magistrati, non sarebbero stati decurtati 350 milioni di euro che corrispondevano al valore delle azioni cedute ai clienti in cambio dei finanziamenti erogati dalla stessa banca proprio allo scopo di acquistare azioni.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A Consoli e a Favotto, presidente dal 2014 al 2015, viene invece contestato di aver ostacolato gli ispettori di Bankitalia e Consob, avviate nel 2014, in merito alle procedure di un aumento di capitale di 474 milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Covid, dodici lavoratori positivi in una ditta dell'hinterland trevigiano

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Malore improvviso, 40enne ricoverato in elisoccorso: è gravissimo

  • Lutto per lo scoutismo trevigiano: malore improvviso stronca Mario Favaretto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento