rotate-mobile
Martedì, 7 Dicembre 2021
Cronaca Montebelluna

Veneto Banca: "Fatti e circostanze del 2013, liquidità positiva"

L'istituto di credito nel mirino: "Gli indicatori a breve e a medio-lungo periodo evidenziano un “situazione più che positiva e calibrata"

MONTEBELLUNA “Le indagini della Procura si riferiscono a fatti e circostanze ormai datati che originano dall’ispezione di Banca d’Italia condotta nel 2013”. Veneto Banca, i cui vertici hanno già riposto fiducia nella magistratura, precisa che per quanto riguarda la liquidità, gli indicatori a breve e a medio-lungo periodo evidenziano un “situazione più che positiva e calibrata in grado di onorare tutte le scadenze”.

“L’attività della banca prosegue con assoluta regolarità, sotto la guida del Consiglio di Amministrazione e del management dell’Istituto e nel 2014 la gestione ordinaria si è confermata positiva, al di là della perdita registrata per l’adozione di una rigorosa politica di svalutazione degli avviamenti (-41%) e per il totale recepimento delle provisions richieste dalla BCE – precisano dall’istituto di credito -.  L’attuale patrimonio netto di Veneto Banca è pari a 3,3 miliardi di Euro e il CET1 - al 31 dicembre 2014 – è risultato essere pari al 9,72%, valore destinato a beneficiare di circa ulteriori 70bps dalla già annunciata cessione congiunta delle partecipazioni di maggioranza detenute in Banca Intermobiliare BIM e in Banca IPIBI, comunicate al mercato il 7 agosto 2014”.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Veneto Banca: "Fatti e circostanze del 2013, liquidità positiva"

TrevisoToday è in caricamento