Cronaca

Proiettili nel bagaglio: arrestata la figlia dell'imprenditore che rilevò la Panto

Fermata domenica sera all'aeroporto di Tessera una manager saudita di 32 anni. Sul cellulare è stata scoperta la foto di una donna velata con un kalashnikov in mano e la scritta Allah Akbar

VENEZIA Una manager 32enne saudita, figlia di un noto imprenditore noto per aver rilevato l'azienda trevigiana "Panto finestre", è stata arrestata domeniva sera all'aeroporto Marco Polo di Tessera dalla Polizia di frontiera e dalla Digos perchè nel suo bagaglio a mano sono stati ritrovati due proiettili calibro 7.62, mentre nel suo cellulare è stata scoperta la foto di una donna velata con un kalashnikov in mano e la scritta Allah Akbar. La giovane stava rientrando in Arabia Saudita passando per Istanbul, la 32enne è stata arrestata per detenzione di munizioni e armi da guerra e portata nel carcere veneziano della Giudecca. Attualmente si trova ai domiciliari.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Proiettili nel bagaglio: arrestata la figlia dell'imprenditore che rilevò la Panto

TrevisoToday è in caricamento