Venezia: Zaia premia in Regione il gondoliere che aiutò una 15enne disabile trevigiana

"Il gesto di Lino è il volto della città e dei veneti" ha detto il Governatore. "I nostri gondolieri non solo un taxi acqueo, ma l’anima della città e i primi ambasciatori della nostra storia"

CONEGLIANO “Il gesto spontaneo di Lino è il vero volto di Venezia e dei veneti. Lo ringrazio a nome dei cinque milioni di veneti, gente che ha nelle proprie corde il valore della solidarietà”. Così il presidente della Regione Veneto Luca Zaia ha espresso la gratitudine personale e dell’istituzione al gondoliere Lino Garbisi, che il 3 gennaio scorso ha spontaneamente soccorso e accompagnato in gondola in stazione Chiara Collot di Conegliano, una ragazza con difficoltà motore in gita a Venezia. “I nostri gondolieri non solo un taxi acqueo, ma l’anima della città e i primi ambasciatori della storia e dei valori di una repubblica millenaria unica al mondo”, ha sottolineato il governatore consegnando il gonfalone marciano a Garbisi, e ad Aldo Reato, presidente dell’associazione che rappresenta i 433 gondolieri di Venezia.

Emozionato, il gondoliere Lino, maglia a righe d’ordinanza, accompagnato dalla moglie Sara e dai figli Leonardo e Andrea, orgogliosi e divertiti nel reggere il gonfalone, ha ammesso di non ancora metabolizzato lo stupore per tanta notorietà. “Per me e per tutta la categoria questi sono quasi gesti quotidiani – ha ricordato – Mi è capitato tante volte di dare un passaggio ad anziani, bambini in lacrime, disabili. Lo facciamo senza farci pubblicità, in fondo sono gesti naturali e spontanei in una città dove ci si conosce tutti, dove i bambini vanno a scuola da soli e le mamme ce li affidano per attraversare il canal Grande. Sarà forse perché sono papà di tre figli e perché sono un allenatore di calcio di squadre di adolescenti al Lido e a Sacca Fisola, ma ho sempre avuto a cuore i più piccoli, specie se in difficoltà”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In segno di gratitudine e di amicizia, Reato e Garbisi hanno donato al Presidente del Veneto la maglia a righe bianco-blu dei gondolieri, consegnandogli anche una felpa e un cappellino dell’Associazione gondolieri per la quindicenne Chiara e mamma Katia. Da casa Collot, a Conegliano, hanno già fatto sapere che il gondoliere Lino e la sua famiglia sono ospiti desiderati e attesi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, Zaia: «Il Veneto è di nuovo una regione a rischio elevato»

  • Scooter fuori strada contro un lampione: morta una 14enne

  • Si allontana da casa, trovata morta in un canale

  • Si schianta con la moto contro un'auto: grave un centauro

  • Coronavirus, nuovo aumento di casi in Veneto, Zaia: «Sono preoccupato»

  • Salvato dall'annegamento, 20enne muore dopo una settimana di agonia

Torna su
TrevisoToday è in caricamento