rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca

Il vescovo Gardin sta con Ztl Wake Up: "Domanda di spazi legittima"

Appoggio del vescovo mons. Gianfranco Agostino Gardin al collettivo Ztl Wake Up, che per un mese ha occupato l'ex Telecom di via Dandolo rivendicando spazi di aggregazione per i giovani

Mentre Ca' Sugana, in particolare il prosindaco Gentilini, chiude al dialogo e la Questura spiega centinaia di uomini in vista del corteo di sabato, al collettivo Ztl Wake Up arriva il sostegno del vescovo mons. Gianfranco Agostino Gardin.

“Quali prospettive stiamo offrendo ai giovani?", si chiede il Vescovo di Treviso, che sottolinea come la rivendicazione di spazi da parte dei giovani del collettivo sia legittima.

Mentre in città le forze politiche si dividono tra il bisogno di spazi e la difesa della legallità, tra il sostegno ai ragazzi e quello alle forze dell'ordine, mons. Gardin osserva come manchi una risposta da parte della società e questo generi "sofferenza e insoddisfazione".

“Bisogna appassionare i giovani ai grandi problemi della società e della vita. Bisogna dar loro fiducia e ascoltarli", conclude Gardin, precisando che tuttavia serve "grande maturità umana per sapere ascoltare”.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il vescovo Gardin sta con Ztl Wake Up: "Domanda di spazi legittima"

TrevisoToday è in caricamento