rotate-mobile
Sabato, 21 Maggio 2022
Cronaca Santa Maria del Rovere / Via Montello

In via Montello scompaiono i fiori dalle vetrine: monta la rabbia dei negozianti

Francesco Caruso, titolare dell'omonima sartoria: «La rabbia non è tanto per il valore economico del danno, del tutto irrilevante, ma quanto il comportamento davvero triste e scorretto di chi si è portato via questi fiorellini»

Niente più fiori all'esterno dei negozi di Via Montello. E' questo, infatti, quanto sta accadendo ad alcuni negozianti della zona negli ultimi giorni, vittime di uno o più ladri ignoti che colpiscono in piena notte distanti da occhi indiscreti. «Si tratta di un gesto davvero scorretto nei confronti di chi, tutti i giorni, cerca di lavorare e sacrificarsi per portare un po’ di armonia alla nostra bella città» commenta Francesco Caruso, titolare dell’omonima sartoria di Via Montello a Treviso, vittima del furto di alcuni vasi di fiori durante la scorsa notte. Nel dettaglio, si tratta di tre piantine di ciclamini che si trovavano all’esterno della vetrina del suo negozio. Un episodio non isolato però, visto che per Caruso si tratta già del secondo furto di fiori dopo quello avvenuto lo scorso mese di ottobre.

«La rabbia non è tanto per il valore economico del danno, del tutto irrilevante, ma quanto il comportamento davvero triste e scorretto di chi si è portato via questi fiorellini. Specialmente in un periodo difficile come quello che stiamo vivendo». A sostenere Caruso nella sua battaglia “etica” anche Katia Girotto, parrucchiera con attività proprio a pochi metri dalla sartoria e anche lei vittima del furto di alcuni vasi di fiori a inizio settimana. «Non è il valore della piantina sottratta che ci fa dispiacere, ma il fatto che persone si approprino di cose altrui, soprattutto in una via di passaggio come la nostra – afferma Girotto – Inoltre, dovremmo dare il buon esempio nei confronti delle generazioni future, insegnando il rispetto per ciò che non è proprio e per la comunità in cui si vive. Speriamo vivamente non succeda più». A complicare l’attività dei commercianti della zona sussiste però anche la maleducazione di alcuni cittadini e padroni di cani.

«Qualche concittadino maleducato è solito lasciare a terra le deiezioni del proprio animale - dichiara il barbiere Igor Milanese – Succede soprattutto al mattino, quando troviamo le piante lungo le vetrine completamente lordate senza che alcuna persona si sia interessata di ripulire. Per questo ogni giorno ci armiamo di acqua, ammoniaca e detersivo per eliminare il forte odore che proviene dal marciapiede». La situazione di via Montello, comunque prontamente segnalata alla polizia locale, è stata infine commentata anche dal sindaco Mario Conte: «Quanto subito dai negozianti è sicuramente un episodio spiacevole, antipatico ed irrispettoso. In ogni caso, faremo le opportune verifiche con i nostri agenti e controlleremo le immagini di videosorveglianza della zona per cercare di capire cosa sia realmente successo».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

In via Montello scompaiono i fiori dalle vetrine: monta la rabbia dei negozianti

TrevisoToday è in caricamento