rotate-mobile
Venerdì, 14 Giugno 2024
Cronaca Vidor

Rogo Vidori, le analisi di Arpav confermano la presenza di amianto

Il comunicato ufficiale: "Risulta presente amianto aerodisperso per un valore inferiore a 0,3 fibre/litro. Tali valori sono in linea con quelli di altre situazioni emergenziali riscontrate in Veneto a seguito di incendi e conseguenti operazioni di spegnimento"

VIDOR A seguito dell' incendio sviluppatosi all'azienda Vidori, al fine di escludere la presenza di cemento amianto nella copertura del capannone (eternit), si è provveduto ad effettuare due campionamenti in aria per verificare l’eventuale presenza di fibre aerodisperse, nell’area di Mosnigo, primo centro abitato coinvolto da possibile ricaduta. Il primo campione è stato effettuato il giorno stesso alle 18.40, il secondo è stato ripetuto il giorno dopo alle 10.40.

Dai risultati, prodotti dal Centro Regionale ARPAV di riferimento per l’amianto, risulta presente amianto aerodisperso per un valore, in entrambi i casi inferiori a 0,3 fibre/litro. Tali valori sono in linea con quelli di altre situazioni emergenziali riscontrate in Veneto a seguito di incendi e conseguenti operazioni di spegnimento. Il confronto, non essendoci un valore limite ambientale, viene effettuato con il limite di 2 fibre/litro in ambiente di vita previsto dal D.M. 6/09/1994 e con il valore raccomandato dall’OMS come media accettabile di 1 fibra/litro.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rogo Vidori, le analisi di Arpav confermano la presenza di amianto

TrevisoToday è in caricamento