Cronaca

Villa Carrer Pisani diventa un memoriale della Grande Guerra

La storica villa di Montebelluna diventerà la Porta del Montello. Un'operazione di oltre 5 milioni di euro grazie a di Veneto Banca

MONTEBELLUNA- Una importantissima operazione di salvaguardia e valorizzazione di Villa Correr Pisani di Biadene di Montebelluna, è quella presentata questa mattina in municipio dal sindaco di Montebelluna, Marzio Favero, assieme all’assessore regionale, Federico Caner, e al presidente di Veneto Banca, Francesco Favotto.

Grazie a una operazione di rete interistituzionale senza precedenti, dopo 40 anni l’amministrazione comunale riesce finalmente a programmare l’intervento sull'edificio di proprietà comunale allo scopo di trasformarlo, a pieno titolo, nella “Porta del Montello” che ospiterà un Memoriale contemporaneo della Grande Guerra, essendo localizzata in un luogo significativo rispetto al periodo successivo alla disfatta di Caporetto quando il fronte si spostò proprio sul Piave e sul Montello. L’intervento comporterà il recupero della parte centrale a forma di “H” e consentirà di rendere fruibili le ali laterali. Non saranno coinvolti dal recupero, invece, i due bracci ortogonali. L’intervento, del costo totale di circa 5,5 milioni di euro, è reso possibile grazie all’alleanza finanziaria che vede la compartecipazione della Regione Veneto con un finanziamento di 2,1 milioni di euro, di Veneto Banca, con un contributo di 1 milione di euro, e di un finanziamento comunale di 2 milioni di euro in mutuo e mezzo milione di euro in alienazione.

Il sindaco Marzio Favero spiega: “La scelta di recuperare e valorizzare la Villa è dettata da una serie di fattori. In primis il bisogno di salvare un bene culturale più importante della città prima che sia troppo tardi. Infatti, dopo quarant’anni senza manutenzione, la villa è ormai al limite della tenuta sul piano strutturale. Anno dopo anno i diversi ambienti interni sono andati spegnendosi per inagibilità. Ragion per cui il restauro è semplicemente necessario. Fra qualche anno sarebbe inutile perché troppo tardi. In secondo luogo, il progetto mira a trasformare Villa Pisani in un motore culturale e turistico utile a rilanciare a livello nazionale e internazionale il Montello, quale teatro della battaglia decisiva della Grande Guerra, in rete con gli altri comuni. Infatti, il progetto prevede che nel corpo più nobile della villa, quello ad H, sia realizzato non un museo, ve ne sono già una settantina in Veneto, bensì un Memoriale, cioè un centro di rappresentazione e interpretazione, interattivo e multimediale, in rete con i siti e i musi. Sarà il primo in Veneto e nasce sul modello di quelli francesi e godrà della collaborazione del Comitato scientifico Grande Guerra dell’Università di Padova, che sta collaborando con le altre università internazionali. Insomma, il top a livello mondiale".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Villa Carrer Pisani diventa un memoriale della Grande Guerra

TrevisoToday è in caricamento