In un casolare in campagna ritrovati cinque chili di marijuana

Il ritrovamento, su cui ora indagano i carabinieri di Treviso, è avvenuto nella zona di Villorba. Nel corso di un'altra operazione antidroga sono stati denunciati un impiegato ed un cuoco di 27 e 57 anni che coltivavano sul balcone di casa cinque piantine

Le piante sequestrate dai carabinieri

Maxi sequestro dei carabinieri di Treviso che nei giorni scorsi hanno ritrovato e sequestrato, in un casolare in aperta campagna, a Villorba, ben 4,7 chili di marijuana che ignoti avevano lasciato ad essiccare. Sono in corso di identificazioni le persone che si sarebbero servite di questa base per produrre la sostanza, destinata poi alla vendita. E' una delle numerose operazioni antidroga che nelle ultime settimane hanno visto impegnati i carabinieri di Treviso, sia in borghese che in uniforme. Dai primi giorni di settembre, sono stati eseguiti 6 arresti, 5 denunce a piede libero e sequestrati oltre 5 kg di stupefacente tra marijuana, hashish e cocaina. Le zone interessate dalle attività, oltre al capoluogo cittadino, sono state quelle di Quinto di Treviso, Preganziol, Silea e Villorba.

foto droga CC Treviso3-2

Le ultime  attività condotte, in ordine cronologico, hanno portato alla denuncia a Treviso di due lavoratori fuori sede che condividevano lo stesso appartamento, un impiegato di 27 anni ed un cuoco di 57 anni, che coltivavano sul balcone dell’abitazione in cui vivevano ben cinque piantine di marijuana. Con il supporto della polizia locale i militari hanno identicato e denunciato per spaccio anche un diciannovenne pakistano che deteneva 76 grammi di hashish divisa in dosi all’interno della propria abitazione in pieno centro. I clienti dopo l’identificazione sono segnalati alla Prefettura quali assuntori e a quelli trovati alla guida di veicoli è stata anche ritirata la patente per evitare potessero guidare in stato di alterazione. Ruolo fondamentale nell’operazione hanno avuto le segnalazioni fornite dai cittadini direttamente ai militari, in caserma e per la strada, o pervenute attraverso il numero telefonico d’emergenza 112.

foto droga CC Treviso2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Se n'é andata Paola Maiorana, voce storica delle radio private trevigiane

  • Covid, Zaia: «Treviso è in area critica per i ricoveri ospedalieri»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento