rotate-mobile
Cronaca Villorba

Bombe alla sede della Lega, dimezzata la condanna a Sorroche

Oggi, 28 marzo, la Corte d'Appello di Venezia ha condannato l'anarchico spagnolo a 14 anni, contro i 28 del primo grado. I giudici hanno probabilmente valutato che l'esplosione non voleva uccidere

Non voleva uccidere. Per questo l'anarchico spagnolo Antonio Sorroche Fernandez, autore dell'attentato avvenuto nell'agosto del 2018 alla sede del "K3" della Lega a Villorba, si è visto ridurre oggi, 28 marzo,  la condanna infilitta in primo grado - 28 anni - a 14 anni. Praticamente la sentenza  della Corte d'Appello di Venezia riduce della metà la pena. Confermato il risarcimento al partito di Salvini di 30 mila euro. Le motivazioni della sentenza ci saranno fra 90 giorni. La Procura generale aveva chiesto per Sorroche 21 anni di carcere. 

«Il tribunale - ha detto l'avvocato Stefano Trubian, che rappresentava la Lega, costituita come parte civile - ha riconosciuto il fine terrostico dell'azione ma non la volontà di uccidere. Ma per sapere di più rispetto al ragionamento dei giudici dovremo attendere il deposito delle motivazioni».

L'anarchico, che in primo grado era stato prosciolto dal capo d’imputazione che lo vedeva imputato del reato di tentata strage per l’assenza di prove certe che gli ordigni potessero provocare più vittime, era accusato di attentato a fini terroristici ed eversivi e per atti terroristici con l’utilizzo di ordigni micidiali ed esplosivi (con l’aggravante del voler colpire le forze dell’ordine) e per fabbricazione di ordigni esplosivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bombe alla sede della Lega, dimezzata la condanna a Sorroche

TrevisoToday è in caricamento