Rissa furibonda, ferisce un 32enne e minaccia con due coltelli i carabinieri

Tensione nella notte tra venerdì e sabato a Villorba, in via Tre Cime. Arrestato un 21enne marocchino, lesioni al volto per il "rivale", un connazionale che è stato trasportato in ospedale, ferite guaribili con dieci giorni di prognosi

Un coltello da cucina

Avrebbe potuto avere conseguenze tragiche la violentissima rissa scoppiata nella notte tra venerdì e sabato, poco dopo le 2.30, nei pressi di via Tre Cime a Villorba. Coinvolte quattro persone, tutte di origini marocchine: due sono riusciti a dileguarsi prima dell'arrivo dei carabinieri, tra cui uno che è tornato sul posto. I militari del nucleo radiomobile di Treviso e della stazione di Villorba hanno arrestato un 21enne irregolare, Ajib Chouaib: deve rispondere di resistenza a pubblico ufficiale, porto abusivo di oggetti atti ad offendere e lesioni aggravate. Il marocchino, completamente ubriaco, ha minacciato i militari intervenuti sul posto con due coltelli da cucina. Poco prima aveva ferito al volto un connazionale di 32 anni che è stato accompagnato in ospedale per essere medicato. Per lui sono 10 i giorni di prognosi. Il diverbio tra i quattro stranieri sarebbe nato, in base a quanto accertato dai militari, per futili motivi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Covid, Zaia: «Zona arancione in Veneto durerà un paio di settimane»

  • Lascia un messaggio al bar: «Grazie, ho vinto quasi due milioni di euro»

  • Veneto zona arancione per un'altra settimana: «Penalizzati dall'ospedalizzazione»

  • Covid: l'intestino può essere responsabile della gravità e della risposta immunitaria

  • Dimagrire velocemente: che cos'è la dieta del riso

  • Gennaio 1985 la nevicata del secolo: il grande freddo a Treviso

Torna su
TrevisoToday è in caricamento