Morte Vinicio Artuso, il cordoglio di Benetton Rugby

Benetton Rugby ha espresso il proprio cordoglio per la morte di Vinicio Artuso, l'operaio morto mercoledì pomeriggio allo stadio Monigo. Cordoglio anche da parte della Cofiloc che, tuttavia, respinge ogni responsabilità

Lutto tra i membri di Benetton Rugby per la tragica morte di Vinicio Artuso, 58 anni, responsabile del club house dello stadio Monigo a Treviso.

Dopo l'incidente in cui Artuso ha perso la vita, la società sportiva ha listato a lutto il proprio sito internet e pubblicato un messaggio di cordoglio per la perdita del collaboratore:

"Al campo di Monigo, a seguito di tragico incidente, le cui cause sono ancora in corso di accertamento, è mancato Vinicio Artuso, da sempre vicino alla vita sociale di Benetton Rugby - si legge - Da parte della dirigenza, dei tecnici e dei giocatori tutti va l’abbraccio affettuoso alla moglie Giuliana ed ai figli Thomas ed Andrea e a tutti i familiari. Siamo tutti consapevoli di aver perso un grande amico".

Vicino alla famiglia del defunto e alla società anche il presidente della ditta Cofiloc di San Biagio di Callalta, Ivano Buso, da un mezzo della quale Artuso è caduto: “Profondo cordoglio a tutta la famiglia del sig. Vinicio Artuso alla quale siamo vicini in questo momento di dolore”.

Tuttavia l'azienda precisa, in una nota, che "appurata la dinamica dell’accaduto, l’evento non è in alcun modo riconducibile alla società".

"A causare il fatto è stato un utilizzo improprio del mezzo della società, presente allo stadio Monigo esclusivamente per esposizione - spiega Cofiloc - L'operatore, che ha compiuto la manovra senza alcuna autorizzazione non è un dipendente della Ditta Cofiloc spa. Lo stesso era stato inviato in loco dalla Ditta di trasporti che era stata incaricata da Cofiloc spa di procedere, in totale autonomia, esclusivamente al ritiro del mezzo".

Cofiloc precisa infine che "la macchina coinvolta nel sinistro risulta perfettamente in regola con tutte le autorizzazioni prescritte dalle norme in vigore, come documentato dalle autorizzazioni rilasciate dagli enti preposti e il cedimento è stato dovuto al mancato rispetto delle relative prescrizioni operative".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Camion con mucche e tori si rovescia, caos sulla bretella

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Covid-19, in quarantena una classe del Leonardo da Vinci e una della materna di Cimadolmo

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento