Cronaca

Violenta la badante della suocera, 64enne condannato a 5 anni

L'uomo è accusato di aver violentato la donna, nordafricana, approfittando di lei mentre era a letto. Risarcimento di 30mila euro

BREDA DI PIAVE — Violenta la badante di sua suocera, condannato a cinque anni di carcere. E non è tutto: dovrà risarcirla con trentamila euro. È la sentenza di primo grado che ha colpito un uomo di 64 anni residente a Breda di Piave, accusato di aver violentato una 40enne di origini nordafricane che faceva da badante a sua suocera. La vittima, come scrivono i quotidiani locali, aveva raccontato di essere stata sorpresa dall’uomo mentre stava dormendo. Il 64enne, approfittando di questo, secondo l’accusa l’avrebbe prima toccata e poi le avrebbe imposto di avere un rapporto completo.

La donna ha raccontato di essere giunta in Italia molti anni fa, esattamente nel 1989 e di aver sempre lavorato per mantenere lei e i suoi quattro figli dal 2001, quando c’è stata la separazione da suo marito. Poi, secondo quanto ha spiegato agli inquirenti, sarebbe stata vittima di una violenza sessuale da parte del genero della donna per cui lavorava. La nordafricana non ha sporto denuncia subito, ma solo dopo essersi rivolta a a un centro anti violenza. Il legale che assiste il 64enne ha fatto sapere che presenterà ricorso in appello contro la sentenza di primo grado.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Violenta la badante della suocera, 64enne condannato a 5 anni

TrevisoToday è in caricamento