"Mi ha fatto ubriacare e poi mi ha molestato nei bagni dell'Odissea": 20enne sotto accusa

Il giovane è a processo per violenza sessuale aggravata nei confronti di una ragazza di 21 anni che lo ha trascinato in aula: i presunti abusi avvenuti nel locale la notte di Halloween

SPRESIANO Prima l'ha conosciuta in discoteca, poi l'avrebbe fatta ubriacare fino a farle perdere quasi i sensi e infine l'avrebbe molestata nei bagni del locale. In sintesi sono le condotte contestate a un 20enne trevigiano finito di fronte ai giudici del Tribunale di Treviso per rispondere dell'accusa di violenza sessuale aggravata nei confronti di una ragazza di 21 anni.

Difeso dall'avvocato Alessandro Canal, il giovane ha sempre respinto ogni addebito, tanto da voler affrontare il processo per poter dimostrare la sua totale estraneità ai fatti contestati. Il procedimento penale è soltanto alle prime battute ed entrerà nel vivo a luglio, quando cominceranno a sfilare i testimoni del pubblico ministero Massimo De Bortoli, titolare delle indagini, e della difesa.

Stando a quanto contestato dagli inquirenti, l'episodio incriminato si sarebbe verificato la notte di Halloween del 2012 all'interno dell'Odissea Fun City di Spresiano. Come migliaia di altri coetanei anche imputato e presunta vittima si trovavano a festeggiare la notte delle streghe in discoteca con gli amici. I due si sarebbero conosciuti in pista e dopo il primo approccio si sarebbero spostati al bancone a bere qualcosa. I cocktail sarebbero diventati più di uno, tanto che la 21enne avrebbe finito con l'ubriacarsi.

Secondo quanto riferito dalla stessa giovane, che ricorda poco di quella sera come affermato nel corso di un incidente probatorio, il 20enne l'avrebbe seguita in bagno e lì le avrebbe messo le mani addosso per tentare di avere un rapporto sessuale con lei. Diversa la versione del ragazzo, che parla di un normale bacio e nessuna violenza. A supporto della sua tesi il fatto che le telecamere del locale non avrebbero immortalato nessuna scena di violenza, né in pista né al bar.

Di certo non possono aver ripreso nulla all'interno dei bagni, che però sarebbero controllati da bodyguard proprio per evitare, in serate come quelle, che succeda qualcosa di strano nelle toilette. Di certo c'è anche che la ragazza rimane ferma sulla sua posizione, sostenendo di non aver mai voluto avere un incontro ravvicinato con il 20enne e che lui, per riuscire nel suo intento, l'avrebbe fatta bere a dismisura.  

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Torna la neve a bassa quota: stato di attenzione nella Marca

  • Tumore incurabile, papà Fabio muore in pochi mesi a 51 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento