rotate-mobile
Cronaca Godega di Sant'Urbano / Via della Liberazione

Duecento viti di Prosecco e Merlot tagliate nella notte

Succede a Pianzano, frazione di Godega di Sant'Urbano, dov'è stato preso di mira un vigneto in Via della Liberazione. Indagano i carabinieri, tra le ipotesi quella dell'atto premeditato

Duecento viti di Prosecco e Merlot recise con le forbici nella notte a Pianzano di Godega: un danno pesantissimo per il proprietario del vigneto, Romeno Buongiorno, che ha subito denunciato l'accaduto ai carabinieri.

viti-buongiorno-2-2-2

Come riportato da "La Tribuna di Treviso", gli investigatori stanno procedendo per il reato di danneggiamento. Non è esclusa l'ipotesi di un atto premeditato, eseguito da persone esperte che sapevano in quali punti tagliare le preziose viti. Al momento i responsabili sono ancora senza nome, ma le indagini proseguono. L'atto vandalico è stato messo a segno in Via della Liberazione, lungo la provinciale che collega le frazioni di Pianzano e Bibano di Godega. Il vigneto vandalizzato era stato piantato un anno fa, di fianco alla casa della famiglia Buongiorno. La figlia Angela ha denunciato nelle scorse ore l'accaduto sui social, avvisando anche gli altri viticoltori della zona. La paura, ora, è che i malviventi possano tornare a colpire nelle prossime notti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Duecento viti di Prosecco e Merlot tagliate nella notte

TrevisoToday è in caricamento