menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Viticoltura: dalla Regione arrivano sette milioni di euro per il settore enologico

Aumentati di oltre un milione di euro i finanziamenti previsti inizialmente per il nostro territorio. "Un sostegno concreto alle capacità innovative delle aziende che investono"

TREVISO La Giunta regionale del Veneto ha deciso di aumentare di un milione di euro l’importo messo  a bando nell’’anno 2017 per gli investimenti per la trasformazione dell’uva in vino previsti a favore delle imprese agricole  e agroalimentari nell’ambito del Programma nazionale di sostegno al settore vitivinicolo. Il fondo disponibile per il programma di sostegno al settore sale quindi quest’anno  a 7.099.949 euro.

“L’aumento di 1.033.824 euro è stato possibile – spiega l’assessore regionale all’Agricoltura -  a seguito di economie di spesa verificatisi in altre Regioni. Il Ministero per le politiche agricole ha così potuto recuperare e riassegnare al Veneto una ulteriore dotazione finanziaria  che consentirà di ampliare il numero delle imprese che beneficeranno dell’aiuto pubblico”. Il bando aperto quest’anno per i contributi alle imprese agricole e agroalimentari del settore vitivinicolo aveva raccolto richieste di finanziamento per 8.797.351mila euro, che solo in parte erano state accolte. La dotazione iniziale di fondi a disposizione del programma di sostegno ammontava  6.066.124, insufficienti per esaurire tutte le richieste istruite da Avepa.  

“Ora con l’integrazione del fondo – conclude il referente per le politiche agricole della Regione veneto – aumenta il plafond a disposizione della Direzione Agroalimentare per sostenere la competitività delle aziende venete. Ancora una volta il Veneto si dimostra regione virtuosa, perché riesce ad ottenere e riassegnare in tempi rapidi i fondi non utilizzati da altre regioni e a sostenere la propensione innovativa delle proprie aziende. Infatti, solo chi investe in nuove tecnologie, ammodernamento, qualità di produzione e marketing, potrà reggere la sfida sui mercati nazionali ed esteri, sempre più esigenti e affollati di nuovi competitors”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Attualità

Covid alle superiori: «Metà dei contagi non è avvenuta a scuola»

Attualità

Scuola elementare "Ancillotto": «In isolamento tutte le classi»

Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Raid nella notte, negozio islamico dato alla fiamme

  • Cronaca

    Accesso abusivo alle banche dati, finanziere arrestato

  • Attualità

    Asolo, malore sul lavoro: dipendente comunale muore a 44 anni

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento