Cronaca Centro

Vittorio Sgarbi in visita alla mostra "Francis Bacon. Un viaggio nei mille volti dell'uomo moderno" a Treviso

Il notissimo personaggio e rinomato critico d’arte Vittorio Sgarbi, accompagnato da Andrea Brunello, fondatore della società Kornice, ha visitato Ca' dei Carraresi: “Una mostra illuminante”

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Il notissimo personaggio e rinomato critico d'arte Vittorio Sgarbi, accompagnato da Andrea Brunello, fondatore della società Kornice, ha visitato la mostra "Francis Bacon. Un viaggio nei mille volti dell'uomo moderno", Casa dei Carraresi, Treviso: "Una mostra illuminante". Il critico ha apprezzato la scelta della società Kornice di dare spazio a esposizioni di opere di autori controversi e di nicchia, nell'intento di perseguire una ricerca più originale, con un taglio meno commerciale e meno sperimentato: promuovere in tal modo la divulgazione di un'arte meno conosciuta, ma non per questo di valore inferiore. Andrea Brunello e Giulia Zandonadi, alla quale, in collaborazione con Edward Lucie-Smith, è stata affidata la curatela della mostra, hanno selezionato ed esposto anche alcune opere di proprietà del professor Sgarbi e le hanno sapientemente abbinate ai quadri e disegni di Bacon, in un gioco di richiami di grande effetto. Giulia Zandonadi ha accompagnato Vittorio Sgarbi lungo il percorso della mostra: ha raccontato come l'intento dell'esposizione sia quello di rivelare al visitatore la natura e la psicologia di Francis Bacon e la sua visione dell'uomo moderno in concomitanza con la rivoluzione culturale che tra '800 e '900 ha colpito tutti i campi del sapere; ha spiegato la selezione di citazioni di pensatori, scrittori e filosofi esposte e come siano funzionali a contestualizzare l'opera di Francis Bacon nel suo periodo storico. Il noto critico d'arte ha manifestato grande apprezzamento per le scelte artistiche e per l'allestimento, complimentandosi più volte con il Sig. Brunello e con la Sig.ra Zandonadi e definendo la mostra "Illuminante". "Si conosceva un'antologia limitata dei disegni e delle opere di Francis Bacon: ritengo che la mostra aggiunga qualcosa di importante alla conoscenza dell'opera tradizionale del pittore irlandese e che i prodotti artistici esposti corrispondano perfettamente allo spirito e alla visione che Bacon aveva dell'essere umano, a dispetto delle controversie legali e scientifiche che discutono l'appartenenza delle opere all'artista". Vittorio Sgarbi ha anche gradito l'edificio storico di Casa dei Carraresi, le sue sale e le sue pareti decorate da affreschi tardo gotici, con le quali i disegni esposti dialogano cromaticamente creando un'atmosfera intima e suggestiva. "Casa dei Carraresi si configura come un luogo molto evocativo: l'allestimento realizzato, pur valorizzando con maestria i pezzi esposti, dà visibilità e giusto spazio alle pareti meravigliosamente affrescate dell'edificio storico, senza mortificarle per mostrare le opere. Kornice ha reso in questo modo anche un buon servizio alla città, dando lustro al palazzo che in altre occasioni non era stato adeguatamente valorizzato: è forte la volontà di comunicare che Treviso è viva e presente e l'operazione di far convivere una dimensione locale e di orgoglio cittadino con atmosfere di respiro più vasto è perfettamente riuscita". Il fondatore di Kornice ha raccontato come le passate collaborazioni con Sgarbi gli abbiano dato la possibilità di ampliare le sue competenze e imparare sul campo come allestire una mostra di successo. "Credo che Kornice - ha dichiarato Andrea Brunello - debba essere oggi una società capace di realizzare progetti che si declinino su target differenti e molteplici, spaziando dall'arte antica a quella contemporanea a realizzazioni pensate per le famiglie (mostra su "Guerre Stellari" al Complesso del Vittoriano - Roma) e di rispondere in questo modo alla versatilità che caratterizza oggi il mondo dell'arte. L'obiettivo era realizzare una mostra su Francis Bacon e mi ritengo molto soddisfatto del risultato: abbiamo raggiunto la quota di 25.000 visitatori, ora puntiamo ai 60.000". "Francis Bacon. Un viaggio nei mille volti dell'uomo moderno" si conferma ancora una volta un progetto riuscito e interessante, sicuramente una realizzazione di valore che riesce perfettamente nel suo proposito di promozione culturale. La mostra rimarrà accessibile al pubblico fino al 1 maggio 2017 (martedì-giovedì 12:00-18:00; venerdì - domenica 10:00 - 20:00). Hashtag Ufficiale: #bacontreviso Info e prenotazioni: 0422 513150 - info@bacontreviso.it (dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 18.00). I biglietti e ulteriori dettagli sono disponibili sul sito: www.bacontreviso.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vittorio Sgarbi in visita alla mostra "Francis Bacon. Un viaggio nei mille volti dell'uomo moderno" a Treviso

TrevisoToday è in caricamento