rotate-mobile
Mercoledì, 30 Novembre 2022
Cronaca Vittorio Veneto

Si sarebbe intascato il ricavato della vendita di opere d'arte, assolto antiquario

Gianfranco Foti, 64enne antiquario, critico e mercante d'arte con uno studio a Venezia, vicino a Rialto, e residente a Vittorio Veneto Veneto, ha vinto oggi, 30 settembre, la battaglia giudiziaria ed è stato assolto perchè "il fatto non sussiste"

Lo aveva denunciato per appropriazione indebita, 150 mila euro ricavate dalla vendita di vendere opere d'arte che l'uomo si sarebbe trattenuto.
Ma Gianfranco Foti, 64enne antiquario, critico e mercante d'arte con uno studio a Venezia, vicino a Rialto, e residente a Vittorio Veneto Veneto, ha vinto la battaglia giudiziaria ed è stato assolto perchè "il fatto non sussiste".

A denunciare Foto era stato, nel 2015, un cittadino vittoriese che gli avrebbe dato regolare mandato per vendere un dipinto del Zais, uno di Ciardi, due di van Lindt e di Storm, oltre che una tela rafigurante "Natura morta con Putto" con grande cornice. Ma poi, incassata la somma di 150 mila euro, Foti avrebbe deciso di non versare niente al mandante. «Quei soldi sono tutti regolari, è il corrispettivo di una consulenza» aveva detto l'imputato in sua difesa. Oggi, 30 settembre, dopo sei mesi di scontri in aula, il giudice Francesco Sartorio gli ha dato ragione.

 
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si sarebbe intascato il ricavato della vendita di opere d'arte, assolto antiquario

TrevisoToday è in caricamento