Cronaca Vittorio Veneto

Non si era vaccinato, stroncato dal Covid a 65 anni

Virginio Parpinello, per tutti Ilves, si è spento all'ospedale di Treviso dove si trovava ricoverato, in terapia intensiva, da due settimane. L'uomo, di professione elettricista, non aveva malattie pregresse: a breve sarebbe andato in pensione. Giovedì prossimo il funerale

Virginio Ilves Parpinello

Dopo due settimane di lotta contro il Covid-19 si è spento nel reparto di terapia intensiva del Ca' Foncello di Treviso. Non aveva nessuna patologia pregressa e non aveva voluto vaccinarsi. Virginio Parpinello, da tutti conosciuto a Vittorio Veneto con il soprannome di Ilves, si è spento ieri, domenica 5 settembre. Il suo calvario era iniziato lo scorso 9 agosto con un tampone risultato positivo (dal 7 sia lui che la compagna avevano una forte febbre) e poi i sintomi che hanno portato al ricovero dell'uomo al pronto soccorso di Vittorio Veneto e poi al Ca' Foncello di Treviso, prima nel reparto di pneumologia e quindi in terapia intensiva.

Il 65enne lavorava come elettricista e nel marzo 2022 avrebbe raggiunto la meritata pensione. Giovedì 9 settembre alle 16 si svolgerà il funerale del 65enne presso la chiesa di San Tomaso Apostolo di Faè a Oderzo. Virginio Parpinello lascia i figli Davide, Tania e Denis, oltre ai fratelli Fernanda e Gaudenzio.

«Non aveva voluto vaccinarsi -spiega il figlio Davide (nella foto qui in basso tra i genitori)- perchè la vedeva come una cosa controllata, che ci fosse un piano sotto, che il vaccino fosse inutile e si trattasse di una banale influenza. Ho provato a farlo ragionare in tutti i modi. Mia mamma si era positivizzata e anche lei non si era vacccinata».

WhatsApp Image 2021-09-06 at 19.32.57-2

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Non si era vaccinato, stroncato dal Covid a 65 anni

TrevisoToday è in caricamento