Lui fa una scenata di gelosia, finisce a processo per sequestro di persona

L'uomo, 50enne, è accusato di aver "rapito" la compagna di 20 anni più giovane per trenta minuti nel dicembre del 2017. Voleva sapere dove e con chi fosse stata la sera prima

Un'aula del Tribunale di Treviso

E' stata una mezzora "di fuoco" quella fatta passare da un uomo 50enne alla compagna, di 20 anni più giovane di lui, durante una vera e propria sfuriata di gelosia. Conclusasi all'arrivo dei carabinieri di Vittorio Veneto con una denuncia per lui, accusato di sequestro di persona. Il processo è in corso di svolgimento in Tribunale a Treviso e ieri, lunedì 5 settembre, ha vissuto un passaggio interlocutorio, con la deposizione di uno dei militari intervenuti.

La vicenda si svolge a Vittorio Veneto nel dicembre del 2017. Manca un giorno a Capodanno e lui è improvvisamente assalito dal dubbio: «Dove è stata ieri sera?». Entra quindi nella casa comune, in cui i due vivono da sette anni, gira a chiave la serratura del portone d'ingresso e se le matte in tasca. E inizia a farle il terzo grado. Lei, 30 anni, esita e non risponde. Il che manda ancora più sulle furie lui, che si frappone fra la giovane donna e la finestra mentre questa cerca di uscire, trattenendo la corda della tapparella che lei cercava di alzare. Nel frattempo è stato chiamato il padre delle 30enne, che però arriva sotto casa e trova la figlia "segregata" all'interno. E pur non avendo lei presentato querela i carabinieri, chiamati dal padre, hanno comunque annotato quanto successo e fatto partire la denuncia d'ufficio. E si è arrivati al processo «Ma quale mezz'ora - sbotta il legale dell'uomo, l'avvocato Maria Grazia Stocco - anche il carabiniere che ha testimoniato nell'ultima udienza ha riferito che al massimo saranno stati 20 minuti. E' stata una scenata di gelosia in piena regola, cose che possono succedere all'interno di una coppia. La situazione è subito tornata alla normalità e i due, ad oggi, stanno nuovamente insieme».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Cocaina e marijuana in casa, brigadiere dei carabinieri in manette

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Covid, Zaia: «I dati in Veneto sono buoni, non meritiamo la zona arancione»

  • Pooh, nuovo disco dopo la morte di D'Orazio: «Le canzoni della nostra storia»

  • Se n'é andata Paola Maiorana, voce storica delle radio private trevigiane

Torna su
TrevisoToday è in caricamento