Sorpreso senza biglietto, spintona il controllore e scappa: 20enne denunciato

L'episodio risale a sabato 19 ottobre, intorno alle ore 8 del mattino, quando il giovane è stato sorpreso a bordo di un autobus in sosta presso l’autostazione di Vittorio Veneto, in piazza 22 novembre

Una pattuglia dei carabinieri di Vittorio Veneto

Violenza a pubblico ufficiale e l’interruzione di pubblico servizio. Sono questi i reati di cui dovrà rispondere di fronte al giudice un ragazzo vittoriese di appena 20 anni, B.A., disoccupato e con precedenti alle spalle che è stato identificato e denunciato nei giorni scorsi dai carabinieri del nucleo operativo di Vittorio Veneto. L'episodio di cui il 20enne si è reso protagonista risale a sabato 19 ottobre, intorno alle ore 8 del mattino, quando un controllore dell’azienda di trasporti Mom, all’interno di un autobus in sosta presso l’autostazione di Vittorio Veneto, in piazza 22 novembre, durante l’attività di controllo, ha sorpreso B.A. sprovvisto di biglietto.

Quanto il controllore ha chiesto al passeggero di fornire le proprie generalità per contestare la multa, B.A. ha reagito spintonandolo per uscire dall’autobus e darsi alla fuga. Dopo l'aggressione il controllore è ricorso alle cure mediche presso l’ospedale di Vittorio Veneto, dove gli hanno riscontrato una contusione alla mano destra con ben cinque giorni di prognosi. Gli accertamenti dei carabinieri, grazie anche alla descrizione fornita dalla vittima e dai testimoni presenti all’evento, e dall’analisi delle immagini del sistema di videosorveglianza dell’autostazione, hanno permesso di risalire all’identità dell’aggressore.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tumore incurabile, il sorriso di Giorgio De Longhi si è spento a 57 anni

  • Diabete e festività: come scegliere i cibi senza rinunce

  • Schianto contro un'auto mentre torna da lavoro, muore operaio 49enne

  • Picchia un bambino per rubargli la borsa della madre: panico fuori dall'asilo

  • Incidente in motorino, Roberto Artuso muore dissanguato in Congo

  • Tumore incurabile, papà Fabio muore in pochi mesi a 51 anni

Torna su
TrevisoToday è in caricamento