rotate-mobile
Lunedì, 23 Maggio 2022
Cronaca Vittorio Veneto

Ospedale di Vittorio Veneto: si punta su potenziamento e specializzazione

il Direttore Generale, Francesco Benazzi: "Il nosocomio di Costa diventerà punto di riferimento, non solo per la Sinistra Piave ma per l’intero ambito provinciale, per la chirurgia della mano"

TREVISO In relazione a quanto illustrato nel corso della Conferenza Stampa di presentazione delle nuove attività che partiranno nell’ambito dell’Unità Operativa di Ortopedia del Distretto di Pieve di Soligo dell’Ulss 2, il Direttore Generale, Francesco Benazzi, ribadisce che “è nostra intenzione potenziare l’ospedale di Vittorio Veneto, prova ne sia che il nosocomio di Costa diventerà punto di riferimento, non solo per la Sinistra Piave ma per l’intero ambito provinciale, per la chirurgia della mano.

Con l’attivazione del nuovo ambulatorio dedicato alla chirurgia della mano, che partirà assieme a un secondo ambulatorio che si occuperà della chirurgia mininvasiva del piede contiamo – prosegue Benazzi -  da un lato di fornire ai nostri assistiti una sanità ancor più d’eccellenza e,  al contempo,  di arginare l’attuale fuga di pazienti verso il Friuli”.

L’attivazione dei due nuovi ambulatori a valenza territoriale non saranno - anticipa Benazzi - le uniche novità che, nel prossimo futuro, interesseranno l’ospedale di Vittorio Veneto, “Ospedale su cui - prosegue il Direttore - ci stiamo muovendo seguendo una precisa logica: caratterizzare e potenziare il suo ruolo nell’ambito della specialistica. Avere due ospedali “fotocopia” a dieci chilometri di distanza oggi come oggi non ha più alcun senso, né dal punto di vista clinico né da quello economico, e lo sanno benissimo gli assistiti che, per farsi curare scelgono ormai sistematicamente non un ospedale tout court ma il reparto in grado di fornire le cure migliori per le singole problematiche”

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ospedale di Vittorio Veneto: si punta su potenziamento e specializzazione

TrevisoToday è in caricamento