Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Avances a sfondo sessuale in uno sgabuzzino, 44enne va a giudizio in abbreviato

L'uomo, residente a Montebelluna, si sarebbe invaghito di una parrucchiera 23enne di Vittorio Veneto, fatta oggetto di pesanti apprezzamenti sessuali. L'avrebbe anche chiusa in uno stanzino e tentato di baciarla sulla bocca

Un 44enne di Cornuda è accusato di violenza sessuale su una 23enne

Avrebbe costretto una parrucchiera all'interno di uno sgabuzzino e poi le avrebbe afferrato la testa in modo da poterla baciare. Di questo deve rispondere un 44enne originario di Valdobbiadene e residente a Montebelluna, chiamato oggi di fronte al gup Marco Biagetti per affrontare l'udienza preliminare nel procedimento che lo vede accusato di violenza sessuale. L'uomo è stato ammesso all'abbreviato condizionato alla sua deposizione. La sentenza è stata fissata per il prossimo giugno.

Secondo le accuse che gli vengono mosse dalla donna, una 23enne di Vittorio Veneto difesa dall'avvocato Jenny Lopresti, il 44enne, invaghitosi della parrucchiera, le avrebbe rivolto dapprima degli apprezzamenti a sfondo sessuale quindi l'avrebbe fatta oggetto di avances vere e proprie, conclusesi all'interno di uno sgabuzzino dove l'uomo avrebbe tentato di baciare sulla bocca la sua vittima, non riuscendoci perché la 23enne si sarebbe divincolata dalla presa "sgradita" e sarebbe riuscita ad uscire.

«Non è vero - ha ribattuto lui chiamato sul banco dei testimoni nell'udienza di oggi, giovedì 22 aprile - era tutto consenziente. Lei peraltro mi avrebbe baciato sulla guancia, non so perché poi abbia detto quelle cose».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Avances a sfondo sessuale in uno sgabuzzino, 44enne va a giudizio in abbreviato

TrevisoToday è in caricamento