menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

A Vittorio Veneto Ascotrade e SAVNO apriranno dei nuovi uffici condivisi

Saranno aperti il martedì e il giovedì dalle 9 alle 13 per i clienti Ascotrade, mentre per i clienti di SAVNO osserveranno il seguente orario: lunedì 9-13, martedì 9-13 e 14-18, mercoledì 14-18, giovedì 9-13

VITTORIO VENETO Ascotrade e SAVNO moltiplicano le energie e annunciano l’apertura a Vittorio Veneto dei nuovi uffici condivisi nella sede dell’Unione Montana delle Prealpi Trevigiane, al civico 67 di via Vittorio Emanuele II. Il nuovo sportello apre al pubblico oggi per le attività di SAVNO e domani, giovedì 2 febbraio, per le pratiche di luce e gas di Ascotrade. Gli uffici andranno a sostituire quelli che Ascotrade e SAVNO condividevano dal 2014 in via Divisione Nino Nannetti.

«Il nostro rapporto con SAVNO inizia nel 2013 – commenta il presidente di Ascotrade, Stefano Busolin – con la sottoscrizione di un accordo strategico per la condivisione dei servizi nei ventinove ecosportelli della sinistra Piave. Oggi ampliamo ulteriormente i termini di quell’accordo, aggregando i nostri servizi a quelli di un soggetto istituzionale, l’Unione Montana delle Prealpi Trevigiane, di riferimento per 10 comuni del Vittoriese. L’obiettivo è garantire ai cittadini dell’area la comodità di trovare in un’unica sede la risposta a esigenze fondamentali legate alla fornitura di energia elettrica e gas, alla raccolta dei rifiuti e ai servizi ambientali».

I nuovi uffici saranno aperti il martedì e il giovedì dalle 9 alle 13 per i clienti Ascotrade, mentre per i clienti di SAVNO osserveranno il seguente orario: lunedì 9-13, martedì 9-13 e 14-18, mercoledì 14-18, giovedì 9-13. «Abbiamo sempre ritenuto che le sinergie tra le diverse realtà del territorio siano vincenti – commenta Giacomo De Luca, Presidente SAVNO –. Sia nel caso delle forniture di luce e gas che con i servizi idrici, stiamo cercando collaborazioni a più ampio respiro. La volontà è quella di unire gli sforzi per eliminare gli sprechi, offrire congiuntamente i servizi delle partecipate pubbliche e cercare di ridurre le insolvenze dei tributi».

«La mission che ci siamo posti i miei collaboratori e io da quando abbiamo preso le redini di questa Unione di Comuni delle Prealpi Trevigiane – afferma Gianangelo Bof, Presidente dell’Unione Montana –  è stata quella di avere un ente snello a servizio dei cittadini di queste comunità al minor costo possibile. Ho trovato lo stesso spirito e intento anche nei presidenti di SAVNO e di Ascotrade. Insieme abbiamo deciso di aggregare nella sede dell’Unione Montana Prealpi Trevigiane di Vittorio Veneto le funzioni delle nostre diverse realtà, ottimizzando risorse e spazi a disposizione. Grazie a questa soluzione abbiamo creato una sinergia territoriale che ci consente di  conservare la prossimità dei servizi ai cittadini».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Amazon, due nuovi depositi di smistamento nella Marca

Auto e moto

Cambio gomme invernali: scatta l'obbligo di montare le estive

social

Domenica 11 aprile: accadde oggi, santo del giorno, oroscopo

Attualità

Malore fatale in piazza: addio al medico-pilota Csaba Gombos

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento