menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Vittorio Veneto, studenti del liceo guide turistiche per gli studenti più piccoli

All’Oratorio dei Battuti, Museo del Cenedese, Palazzo Minucci e Galleria Civica Vittorio Emanuele II. Sabato 20 maggio la fine di un lungo progetto culturale

VITTORIO VENETO Sabato 20 maggio gli studenti delle classi terze del Liceo Marcantonio Flaminio faranno le guide turistiche all’Oratorio dei Battuti, al Museo del Cenedese, a Palazzo Minucci e alla Galleria Civica di Vittorio Veneto a quattro classi della scuola secondaria di primo grado Lorenzo Da Ponte. L’attività fa parte del progetto Alternanza Scuola Lavoro che ha coinvolto diversi soggetti: il Liceo Flaminio, l’Istituto Comprensivo Vittorio Veneto I, MAI Associazione Culturale, Fondazione Minucci e l’Assessorato alla Cultura della Città di Vittorio Veneto. Da gennaio a marzo i ragazzi si sono preparati seguendo lezioni di storia dell’arte curate dalla dott.ssa Francesca Costaperaria dell’Ufficio Musei Civici e l’Ing. Luigi Marson Presidente di Fondazione Minucci, lezioni sulla gestione e organizzazione dei Musei con Andrea Maroelli Presidente di MAI Associazione e lezioni sulla comunicazione e sulla promozione dei luoghi d’arte con Federico Campodall’Orto e Alberto Ceschin esperti nel settore del marketing.

L’obiettivo finale è stato quello di formare i ragazzi all’accoglienza del turista e stimolarli nella produzione di materiale promozionale volto al potenziamento della realtà museale vittoriese. L’oggetto di studio è stato in particolare la neonata Rete Luoghi d’Arte che comprende: Museo del Cenedese, Oratorio dei Battuti, Palazzo Minucci e Galleria Civica Vittorio Emanuele II. Sarà realizzato anche un breve documentario video. Questo tipo di attività non sono una novità. Sabato 14 maggio gli studenti della Scuola Primaria Parravicini hanno fatto da guida a genitori e amici. Solo quel giorno i musei della Rete Luoghi d’Arte hanno contato circa 200 visitatori paganti. “Siamo molto fiduciosi e investiremo sempre di più in questo tipo di attività” sostengono entusiasti i promotori. “Per noi le scuole sono una risorsa fondamentale perché portano novità e stimoli; gli studenti inoltre sono i principali veicoli per promuovere il turismo, la storia e la cultura locale”.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento