Un graffito per ripulire il sottopasso: ecco la proposta dei writers a Vittorio Veneto

L'assessore alla Condizione Giovanile Barbara De Nardi: "Una proposta da cogliere al volo. Ora attendiamo l'autorizzazione della Provincia, proprietaria dell'infrastruttura"

VITTORIO VENETO Nei mesi scorsi sia la Lega, col consigliere Posocco, sia il Consiglio di Quartiere di Ceneda avevano evidenziato la situazione di pericolosità e del sottopassaggio ciclopedonale della bretella Pinto in via Mascagni. Numerose infatti sono le scritte vandaliche presenti sui muri, a partire da un eloquente “zona nostra”, per non parlare del danneggiamento, perpetrato da ignoti, dell’impianto di illuminazione.

Ora però per il sottopasso potrebbe arrivare l’attesissima svolta: il gruppo di una ventina di writers, professionisti e non che ormai da più di un anno collabora in città con l’Assessorato ai Servizi Sociali e Condizione Giovanile per riqualificare alcune aree urbane oggetto di atti vandalici e degrado, ha proposto al Comune con una lettera di realizzare, a inizio settembre, interamente a proprie spese, un’opera muraria nel sottopassaggio.

La conferma arriva direttamente dall’assessore alla Condizione Giovanile Barbara De Nardi: “Siamo orgogliosi della proposta che ci è arrivata dal gruppo di writers che da tempo collabora in modo proficuo con noi intervenendo in diverse aree cittadine dal Centro Giovani Criciuma alla Palestra Pontavai allo Skatepark comunale e la Chiesetta di San Gottardo, senza dimenticare le opere d’arte realizzate presso il parcheggio multipiano di Piazza Medaglie d’Oro. È una proposta importante che abbiamo, per quanto possibile, colto al volo”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il sottopasso ciclopedonale, infatti, è di proprietà della Provincia: “Appena ricevuta la lettera l’abbiamo immediatamente trasmessa alla Provincia per ottenere l’autorizzazione, che siamo certi arriverà presto, per questo gruppo di ragazzi che vengono non solo dalla Provincia di Treviso, ma da mezza Italia: da Veneto, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Piemonte e Toscana”. E se gli interventi già realizzati hanno ricevuto grandi apprezzamenti, anche da parte del Ministro dell’Interno Marco Minniti, chissà stavolta da chi arriveranno i complimenti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Smart contro un camion: muore 32enne, l'amica alla guida non aveva la patente

  • Covid, dodici lavoratori positivi in una ditta dell'hinterland trevigiano

  • Schianto sulla Pontebbana, gioielli e arnesi da scasso nella Smart

  • Con lo scooter contro un'auto, muore noto albergatore jesolano

  • Malore improvviso, 40enne ricoverato in elisoccorso: è gravissimo

  • Lutto per lo scoutismo trevigiano: malore improvviso stronca Mario Favaretto

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento