menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Volontarinsieme – CSV Treviso: termina un 2016 di accoglienza, riforme e alta formazione

Il presidente Alberto Franceschini ha tracciato un bilancio delle attività e degli obiettivi, portati avanti con le oltre 350 associazioni aderenti e le migliaia di volontari coinvolti

TREVISO Per Volontarinsieme – CSV Treviso il 2016 è stato un anno intenso, segnato da passaggi importanti come il trasferimento nella nuova sede di via Isonzo e la nuova veste comunicativa (a partire dal sito rinnovato www.trevisovolontariato.org). Il presidente, Alberto Franceschini, traccia un bilancio delle attività e degli obiettivi, portati avanti con le oltre 350 associazioni aderenti e le migliaia di volontari coinvolti. “E’ stato un anno intenso, segnato soprattutto dal lavoro fatto per instaurare un clima costruttivo e positivo nell’accoglienza richiedenti asilo, con un gruppo di lavoro che si è formato appositamente e molti incontri in Prefettura, dove siamo stati capofila di un protocollo per l’impiego dei profughi in attività di volontariato e socialmente utili. Anche la formazione ha sempre un ruolo primario per noi – dichiara il Presidente Alberto Franceschini – con i molti appuntamenti formativi per i nostri volontari e dirigenti di ODV, con il Meeting del Volontariato che quest’anno si è svolto in una due giorni dove abbiamo approfondito la co-proegettazione con le realtà associative. Senza dimenticare l’esperienza, ormai collaudata, dell’Università del Volontariato, giunta al terzo anno accademico, con centinaia di richieste di partecipazione e grande partecipazione alle lezioni aperte alla cittadinanza. Crediamo fortemente nella qualità e competenza del servizio di volontariato che offriamo, è il nostro impegno primario".

In questo 2016 sono stati finanziati progetti per 160 mila euro, attraverso bandi e co-progettazione presentata dalle associazioni aderenti. Importante passo in avanti anche per il progetto di trasporto denominato “Stacco”, finanziato dalla Regione Veneto, che vede Treviso capofila e che è stato attuato rivoluzionando il sistema di trasporto locale, in particolare di soggetti in difficoltà. Grande anche l’impegno profuso nei centri di sollievo Alzheimer, che in provincia di Treviso conta 36 Centri Sollievo (20 nella Ulss 8, 12 nella Ulss 9 e 4 nella Ulss 7) dove sono impegnati oltre 250 volontari e accolti e seguiti circa 180 utenti. Molti gli incontri organizzati per approfondire le riforme parlamentari relative al terzo settore, con vari convegni organizzati sul “Dopo di Noi”, “Riforma del Terzo Settore”, “Decreto Povertà” coinvolgendo i parlamentari del territorio.

In particolare proprio la riforma sul Terzo Settore porterà a grandi cambiamenti nei prossimi mesi, che coinvolgeranno anche i CSV locali, in una trasformazione della governance locale e nazionale. Importante l’impegno che da anni vede il volontariato impegnato nelle scuole, con decine di incontri organizzati negli istituti della provincia e centinaia di studenti ogni anno incontrati. Fattiva anche la collaborazione con le Ulss del territorio, confermata dagli incontri organizzati con il Direttore Generale Francesco Benazzi, e concretizzata con l’apertura dello sportello del volontariato, all’interno del Ca’ Foncello di Treviso. Il Direttivo si è incontrato 23 volte, si sono svolte 3 assemblee generali di Volontarinsieme, molti gli incontri regionali con gli altri CSV del Veneto, continuo il collegamento anche con CSVNet, il coordinamento romano dei centri servizio volontariato. “Il prossimo anno CSV Treviso festeggerà 20 anni di presenza sul territorio. Stiamo già pensando ad una festa, con i nostri volontari, le associazioni e tutte le realtà tra privato sociale, istituzioni, enti che da sempre affiancano il nostro percorso e le nostre attività. Il volontariato è un mondo variegato e ricco – conclude Franceschini – valorizzarlo e renderlo sempre più competente e importante è il nostro obiettivo, da sempre”.

Alberto Franceschini_fotoprofilo-2

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
  • Attualità

    Vaccinazioni, Benazzi difende l'infermiera: «Non è una No Vax»

  • Attualità

    Vax Day per i 70enni: «Code in mattinata, rifiuti per AstraZeneca»

Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento