Water Joins Art: nuova opportunità di business verso l’Expo 2015

A Villa Contarini Nenzi a Dosson di Casier, con Biasuzzi S.p.A.mercoledì 30 aprile primo evento dedicato al progetto

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

TREVISO - Con un progetto sinergico che unisce il pubblico al privato, il turismo culturale alla ricchezza delle spiagge e delle attività ricreative venete, l'accomodation tour al business travel, nasce grazie a Biasuzzi S.pA. divisione Turismo "Water joins Art", una nuova opportunità di business legata in prospettiva all'evento Expo 2015. Nella suggestiva cornice di Villa Contarini Nenzi a Dosson di Casier, Biasuzzi S.p.A. divisione Turismo, in collaborazione con l'Associazione Ville Venete e Castelli e con il patrocinio del Comitato Expo Venezia e della Provincia di Venezia invita gli interessati mercoledì 30 aprile a partire dalle 10 al primo evento dedicato al progetto Water joins Art - BitoEXPO 2015.

Il Gruppo Biasuzzi S.p.A. divisione Turismo presenterà un innovativo progetto di hospitality, art & events e tour enogastronomici a sostegno ed integrazione del piano di eventi che avrà luogo nel territorio veneto in occasione dell'Expo 2015, con basi e analisi progettuale del board del Comitato Expo di Venezia. Un connubio fra territorio, ospitalità e opportunità di business attraverso percorsi e pacchetti customizzabili con obiettivo primario quello di intercettare parte dei milioni di visitatori che da Milano si prevede si sposteranno in Veneto. Già formalizzata la prima importante adesione al progetto, con la collaborazione con la rosa delle Ville Venete & Castelli che comprende 600 strutture, oltre a varie ed importanti altre realtà ricettive e di servizi.

La presentazione del progetto sarà accompagnata da una tavola rotonda sul tema turismo e business in Veneto: le opportunità verso Expo 2015, alla quale parteciperanno il professor Marino Folin, coordinatore scientifico del Comitato Expo Venezia; Maurizio Gasparin, direttore del Dipartimento Enti Locali e Grandi Eventi della Regione Veneto; Marino Finozzi, Assessore al Turismo e Commercio Estero della Regione Veneto; Giorgia Andreuzza, Assessore al Turismo della Provincia di Venezia; Giulio Bellemo, presidente dell'Associazione Ville Venete e Castelli e Fabio Biasuzzi, consigliere di Biasuzzi S.p.A. Divisione Turismo.

Il Gruppo Biasuzzi S.p.A. - divisione Turismo è già attivo nel settore con il Centro Vacanze San Francesco di Caorle e il Bi Village di Fazana in Croazia. "Il territorio Veneto", spiega Fabio Biasuzzi, "Ha molto da offrire a livelli eccellenti, come per esempio le meravigliose dimore delle Ville Venete e Castelli, e questo grande valore deve essere raccontato, mostrato e condotto ad una accessibilità allargata con impegno credibilità e forte attaccamento al proprio territorio. Il progetto della Biasuzzi saprà unire gli skills delle diverse strutture ricettive al fine di dare come risultante soluzioni personalizzate e modellate" Villa Contarini Nenzi, sede dell'evento, è una elegante e suggestiva dimora del XVIII secolo riportata al suo antico splendore e oggi catalogata come Residenza d'Epoca. Scelta ideale, con il suo grande parco secolare con due ali all'inglese, le ampie sale interne e la vicinanza a Venezia, per magnificare la bellezza dell'intero apparato storico - artistico delle Ville Venete e introdurre al meglio il senso stesso del progetto "Water joins Art".


 

Torna su
TrevisoToday è in caricamento