Cronaca

Guidava ubriaca, 36enne a processo per la morte di Elias

La tragedia era avvenuta nella notte tra il 25 e il 26 novembre del 2017 a Zero Branco, poco dopo l'uscita dal lavoro di Sara Sorgato e di Marco Tuccillo, entrambi dipendenti del ristorante "Lo Sfizio di Matteo"

Elias Karouacj

Aveva un tasso alcolemico di 1,09 quando si è schiantata con la propria auto provocando la morte del 21enne Elias Karouach e il ferimento grave di Marco Tuccillo e Sara Mannoni. Per questa ragione la Procura di Treviso ha chiesto il rinvio a giudizio della 36enne Sara Sorgato, accusata di omicidio colposo, lesioni colpose e guida in stato di ebbrezza. Ieri l'udienza preliminare che deve decidere sulla richiesta nei confronti della donna, che è difesa dall'avvocato Fabio Crea, è stata rinviata.

Lo schianto, accaduto la notte tra il 25 e il 26 novembre del 2017 a Zero Branco, era avvenuto poco dopo l'uscita dal lavoro della Sorgato e di Tucillo, entrambi dipendenti del ristorante "Lo Sfizio di Matteo". Si erano incontrati con gli altri due a tarda sera per trascorrere del tempo in compagnia e si stavano dirigendo  verso Scorzè. Poi lo schianto, spaventoso. La tragedia si è consumata lungo via Matteotti.  Elias Kerouach, pasticcere di 21 anni che lavorava al supermercato Bai Li del centro commerciale di Zero Branco, è morto sul colpo. Secondo la ricostruzione della Procura a far perdere il controllo dell'auto alla Sorgato e a causare l'uscita di strada contro il muretto in cemento dell'azienda di dolciumi "Giuli" sarebbe stato il tasso alcolico della 36enne e il fatto che, malgrado piovesse in maniera incessante e l'asfalto non fosse nelle migliori condizioni, avrebbe viaggiato oltre il limite di velocità.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Guidava ubriaca, 36enne a processo per la morte di Elias

TrevisoToday è in caricamento