Bancarotta fraudolenta, imprenditore in carcere

Un 59enne di Zero Branco deve scontare tre anni di reclusione per fatti risalenti al 2009. Nei giorni scorsi i carabinieri hanno accompagnato l'uomo presso la casa circondariale di Santa Bona

Il carcere di Santa Bona

Nei giorni scorsi, i carabinieri di Zero Branco hanno dato esecuzione a un provvedimento restrittivo emesso dal Tribunale di Treviso a carico di un 59enne che doveva scontare 3 anni di reclusione. L'uomo, residente nel territorio zerotino, è finito in manette per il reato di bancarotta fraudolenta, commesso nel maggio 2009 a Treviso. L'arrestato, al termine delle formalità del caso, è stato associato alla casa circondariale di Treviso dove sconterà la pena residua.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Remo Sernagiotto ricoverato al Ca' Foncello: «Condizioni disperate»

  • Zaia, nuova ordinanza: «Capienza ridotta in negozi e centri commerciali»

  • Malore improvviso al rifugio: 62enne muore tra le braccia della compagna

  • Metodo Bianchini: come perdere peso senza rinunce

  • Guida Michelin 2021: i ristoranti stellati nel trevigiano

  • Covid, nuova ordinanza di Zaia: «Riapriamo i negozi di medie e grandi dimensioni al sabato»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento