rotate-mobile
Cronaca Zero Branco

Nandrolone dal Qatar, resta in silenzio il presunto trafficante

L'uomo, un 44enne di Zero Branco, si è avvalso della facoltà di non rispondere nel corso dell'interrogatorio di garanzia avvenuto oggi, 4 luglio. Il giudice ha convalidato l'arresto. Insieme al lui risulta indagato un cittadino bulgaro

Si è avvalso della facoltà di non rispondere A.P., il 44enne di Zero Branco arrestato venerdì scorso, 1 luglio, accusato di traffico internazionale di sostanze dopanti. L'uomo, difeso dall'avvocato Davide Favotto, è comparso oggi, 4 luglio, di fronte al gip Marco Biagetti per la convalida dell'arresto e l'interrogatorio di garanzia. Il pubblico ministero Davide Parmunian ha chiesto che nei suoi confronti venga applicata la misura cautelare degli arresti domiciliari in virtù di un precendente specifico. Il giudice si è riservato la decisione.

Il 44enne è finito in manette ad opera dei militari nel Nas di Treviso proprio mentre riceveva per posta un pacco contenente 100 fiale di nandrolone di fabbicazione qatariota. Nel suo appartamento sono state inoltre trovate 22 fiale di genatropina, l'ormone della crescita, che l'uomo avrebbe importato in Italia e che sono di provenienza sconosciuta. Insieme con lui risulta indagato anche il cittadino bulgaro che avrebbe inviato il nandrolone.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nandrolone dal Qatar, resta in silenzio il presunto trafficante

TrevisoToday è in caricamento