Torna la Festa del musetto: una serata dedicata al maiale

Giovedì 17 gennaio si celebra sua maestà il musetto alla Caneva dei Biasio di Riese Pio X, nel Trevigiano, sede storica dell’Ingorda Confraternita del Museto

Il 17 gennaio è la festa di Sant’Antonio Abate, patrono dei norcini e protettore dei macellai, molto venerato nelle zone rurali italiane. E non a caso, l’anno scorso in questa data è nata a Riese Pio X presso l’azienda vinicola La Caneva dei Biasio, la prima e unica “Ingorda Confraternita del Museto”, un ente finalizzato a tutelare la storia e la tradizione dell’insaccato fatto col muso di maiale (da questo deriva il nome “museto”), con eventi, incontri e rassegne enogastronomiche, come il recente festival “Porcomondo”, ma anche goliardie e tante abbuffate in compagnia.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Con tanto di statuto ufficiale, la confraternita è nata da un’idea di Matteo Guidolin, sindaco del paese trevigiano e noto per essere il frontman della band “Los Massadores”, ovvero i norcini del rock, celebri nel territorio per le loro ironiche canzoni in dialetto dalle tematiche prettamente venete. Il debutto è stato un successo di partecipazione con oltre trecento iscritti, e tra i giurati che testavano i musetti in concorso c’erano personalità autorevoli che unanime hanno premiato Luciano Ceccato quale migliore produttore. “La festa del museto” di giovedì 17 gennaio inzierà alle ore 20 alla Caneva dei Biasio e prevede una cena di musetto, pasta e fagioli e vino abbinato (il costo è di 25 euro su prenotazione al numero 0423483153) e intrattenimento musicale. I produttori, invece, che desiderano iscriversi al concorso “Museto d’oro” dovranno avanzare richiesta a: confraternitamusetto@gmail.com o chiamare il numero 3463090181. Il tesseramento alla Confraternita è facoltativo e si potrà effettuare in serata. Il consiglio ironico degli organizzatori è molto chiaro: «Invitiamo i vegetariani ad astenersi dalla cena, soprattutto se sono magri e tristi».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Malore improvviso durante la gita in bici: morto Carlo Durante, oro paralimpico nel '92

  • Camion carico di pollame finisce sulla pista ciclopedonale

  • Partita la maxi campagna vaccinale per 15mila ragazzi trevigiani

  • Schiacciato da un camion in rotonda, ciclista muore a 63 anni

  • Sequestrata dai Nas la casa di riposo “Home Claudia Augusta”

  • Club 27 chiuso "per ignoranza", i titolari: «Rispettate le regole»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento