Cucina

Prosecco rosè e Baccalà unione perfetta per brindare all'amore

Due prodotti simbolo del Veneto si incontrano per San Valentino

Due prodotti simbolo del Veneto, il Baccalà e il Prosecco, si incontrano per offrire un momento di puro piacere gastronomico a San Valentino.

Il Baccalà è un portabandiera della nostra cucina, seppure la materia prima sia di provenienza norvegese, dalle isole Lofoten per la precisione. Pensate che il 90% dell’esportazione complessiva di stoccafisso da quest’area prende la via del Veneto. Con questo pesce secco, abilmente trattato si fanno dei piatti buonissimi come il Baccalà alla Vicentina e quello Mantecato, perfetti da portare in tavola per la festa degli innamorati. Per l’abbinamento: ovviamente sceglieremo un vino che non sovrasti il sapore del pesce, ma che sia in grado di supportarlo e valorizzarlo. Il Prosecco Rosè della Cantina Manzane a prova avvenuta è perfetto e poi rosa è il colore dell'amore.

Il prosecco Rosè le Manzane

Solare e romantico: l'uva Glera (88%) incontra il Pinot Nero (12%) nel nuovo spumante della cantina di San Pietro di Feletto che conquista per la sua freschezza vellutata e la piacevole beva. Un intrigante aroma di frutta rossa fresca, una morbida acidità e un colore che seduce: la cantina Le Manzane lancia la versione “en rose” del prosecco, un omaggio alla vita e alla voglia di ripartire, ma anche agli innamorati. Il nuovo Prosecco DOC Rose’ Millesimato Brut è perfetto per un brindisi con la persona amata nel giorno di San Valentino, il 14 febbraio.

Una veste romantica: un rosa provenzale brillante con preziosi riflessi cipria. Il perlage è fine e persistente; al naso spiccano sentori di rosa, fragoline di bosco e pesca. Cremoso, fresco ed equilibrato con un retrogusto leggermente ammandorlato, è uno spumante dalla beva piacevole che conquista. Si abbina a piatti che rimandano al gusto asiatico come sushi e sashimi, per chi predilige la cucina italiana e veneta si sposa molto bene al risotto con i gamberi ed è perfetto con il baccalà mantecato.

Il nuovo spumante è in commercio da gennaio 2021. 60 mila le bottiglie prodotte. «Abbiamo iniziato la distribuzione e i pareri che abbiamo avuto finora sono stati lusinghieri - spiegano Ernesto Balbinot e Silvana Ceschin, titolari della cantina Le Manzane - l’interesse c’è, il prosecco rose’ piace». Il motivo? «Perchè rappresenta la gioia di vivere, porta un raggio di sole e un po’ di colore in questo periodo difficile».

La cantina Le Manzane si trova a San Pietro di Feletto, nel cuore delle colline Unesco del Prosecco in provincia di Treviso. L’azienda, a conduzione familiare, è fortemente radicata nel territorio trevigiano come produttrice da quasi 40 anni

Ricetta baccalà mantecato

La ricetta è di Marco Stocco, chef e proprietario insieme al fratello Alberto di Ca’ del Poggio.

Ingredienti:

  • 300 gr di polpa di baccalà norvegese ammollato con la sua pelle
  • 150 ml di olio EVO
  • 150 ml di olio di semi di girasole
  • ½ limone
  • 1 foglia d’alloro
  • Sale q.b.

Preparazione:

Iniziamo mettendo una pentola con i bordi alti il baccalà, il limone, l’alloro e un pugnetto di sale e copriamo completamente con acqua fredda; portiamo tutto sul fuoco e facciamo bollire per 15 minuti.
Una volta cotto lo lasciamo riposare 15 minuti a fuoco spento e poi scoliamo ricordandoci di tenere da parte un bicchiere di acqua di cottura dello stoccafisso.
Portiamo il pesce in una ciotola capiente e cominciamo a frullarlo aggiungendo un pizzico di sale, a filo l’olio d’oliva e l’olio di girasole; se risulta ancora scomposto aggiustare con qualche cucchiaio di acqua di cottura. Il baccalà sarà mantecato correttamente quando il composto non risulta più grumoso ma neanche troppo cremoso.
Serviamo con dei crostini caldi e croccanti o una polentina bianca o gialla abbrustolita.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prosecco rosè e Baccalà unione perfetta per brindare all'amore

TrevisoToday è in caricamento