menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Tiramisù World Cup: aperte le iscrizioni per diventare giudici di gara

Dall'1 al 4 novembre a Treviso e nelle terre del Prosecco la sfida più golosa per scoprire chi fa davvero il tiramisù più buono del mondo. Chiunque può candidarsi per diventare giudice

TREVISO Per la gioia dei golosi di tutto il mondo, la Tiramisù World Cup apre oggi le iscrizioni per trovare i giudici che assaggeranno ben 600 dolci ed eleggeranno quello il “tiramisù più buono del mondo” nel 2018.

Tutti possono partecipare, registrandosi sul sito www.tiramisùworldcup.com. La Tiramisù World Cup che si terrà dall’1 al 4 novembre 2018 nelle terre del Prosecco a Treviso va alla ricerca di 180 “giudici buongustai” che faranno parte della giuria che dovrà decretare il “tiramisù più buono del mondo”, sia per la versione “creativa” del dolce, sia per quella “originale” (mascarpone, uova, savoiardi, zucchero, caffè e cacao). Se per le semifinali e la finalissima (domenica 4 novembre a Treviso) ci sarà quest’anno una giuria di esperti, nella fase delle selezioni (Conegliano, 1° novembre; Pieve di Soligo, 2 novembre; Valdobbiadene, 3 novembre) i “buongustai” verranno scelti fra chi si è registrato nel sito www.tiramisuworldcup.com. Ma non sarà così facile! Quest’anno per diventare “giudice” non basterà la fortuna e l’acquolina in bocca: bisognerà, infatti, superare un mini-test per vedere se si conosce a fondo il regolamento di gara della TWC, la ricetta “originale” e la storia del dolce al cucchiaio per antonomasia. Ci saranno quindi domande come “Gli ingredienti per preparare il tiramisù originale sono 4?”, “E’ consentito sostituire i savoiardi con altri biscotti nella preparazione del Tiramisù Creativo?” E ancora “Nella ricetta creativa è ammesso l’utilizzo di ingredienti alcolici o a base alcolica?”. Sulla base del risultato ottenuto, verrà assegnata una posizione che decreterà se si potrà essere “giudice” in gara, “giudice di riserva” o semplicemente accontentarsi di essere fra il pubblico che osserva i concorrenti.

260918 Mario Conte, sindaco di Treviso e Francesco Redi, ideatore Tiramisù World Cup-2"Già nella scorsa edizione, con la selezione fra il pubblico presente, abbiamo avuto ospiti stranieri ad assaggiare e votare le centinaia di tiramisù in gara, ma quest’anno vogliamo che arrivino davvero “giurati” da ogni angolo del mondo - spiega Francesco Redi di Twissen, ideatore e organizzatore dell’evento -. Per questa edizione, poi, abbiamo voluto aggiungere questa piccola sfida del questionario da superare per chi vorrà essere nella giuria e che avrà l’occasione di assaggiare quello che potrebbe diventare il Campione del 2018". La ricerca dei giurati quest’anno è partita da Roma, dove si è tenuto il lancio dell’apertura delle iscrizioni, presso la sala stampa dell’associazione della Stampa Estera, alla presenza del coordinatore del gruppo del “Gusto” in Italia, Alfredo Tesio. All’evento era presente anche il sindaco di Treviso, Mario Conte, per il quale "il Tiramisù è una motivazione di viaggio accanto agli altri grandi prodotti del nostro territorio, come il Prosecco, appunto, e il radicchio di Treviso. La Marca trevigiana è divenuta famosa per il patrimonio culturale, artistico ed eno-gastronomico che è in grado di offrire ai visitatori". "La Tiramisù World Cup è un biglietto da visita importante per Treviso e per il Veneto - dichiara Federico Caner, assessore al Turismo della Regione Veneto - . In questo modo, si promuove il nostro brand “Veneto, Land of Venice” che sostiene anche la tradizione culinaria della nostra terra. Quest’anno, poi, il tiramisù si lega alle colline dove nasce un altro nostro prodotto d’eccellenza che è il Prosecco". Intorno alla gara sono nate molte iniziative: per conoscerle tutte è sufficiente collegarsi al sito www.tiramisuworldcup.com ed entrare nella sezione “Esperienze”. Di più: sempre all’interno del sito, c’è la pagina “Tiramisù Hotel”, in grado di elencare gli hotel associati Confcommercio che offrono un “welcome tiramisù” ai propri ospiti. Dalla sezione sarà, inoltre, possibile ottenere la “Tiramisù Card”: un carnet di convenzioni con bar, ristoranti ed esercizi commerciali associati FIPE-Confcommercio e non solo. Un’ultima grande novità è poi la “Tiramisù World Cup Extra”: un set di eventi culturali che permettono di godere in maniera diversa Treviso, dalle “Storie del Tiramisù a Treviso” (31 ottobre) alla “Cantata del Caffè” (3 novembre). Per la gara, la Tiramisù World Cup ha scelto gli “ingredienti” delle aziende: Matilde Vicenzi (savoiardi), Hausbrandt (caffè), Lattebusche (mascarpone); oltre a loro, anche Astoria Wines, Dolcefreddo Moralberti, Ascotrade, Tognana Porcellane e Best Western Premier BHR Treviso Hotel.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento