Calci e pugni per avere uno smartphone, 21enne rapinato alla sagra

Autore dell'aggressione un 19enne di Silea, di origini napoletane, che è stato denunciato dai carabinieri. Oltre al telefono il bandito si è fatto consegnare sette euro

SILEA Tensione mercoledì pomeriggio nell'area della sagra di Silea. Un 21enne di Preganziol, di origini brasiliane, è stato aggredito a calci e pugni da un 19enne napoletano, residente a Silea: il malvivente è riuscito a farsi consegnare un "bottino" di circa sette euro ed uno smartphone, riconsegnato in seguito dall'aggressore attraverso un conoscente. La vittima della rapina ha regolarmente denunciato l'episodio ai carabinieri di Silea. Il 21enne non ha riportato lesioni e non è stato necessario ricorrere alle cure mediche del pronto soccorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Saluta il figlio, poi il tragico malore in casa: muore a 46 anni

  • Accende la stufa a pellet con l'alcool, 31enne gravemente ustionata

  • Male incurabile: addio a Sonia Scattolin, segretaria della Regione

  • Malore improvviso in casa porta via alla vita Irene, 46enne madre di famiglia

  • Blitz antidroga della polizia locale sui bus degli studenti del "Turazza"

  • Movida trevigiana sotto controllo: stangato un locale etnico con all'interno 25 pregiudicati

Torna su
TrevisoToday è in caricamento