rotate-mobile
Economia

La Regione festeggia vent’anni di artigianato trevigiano

Ricorre quest'anno il ventesimo anniversario della nascita di "Artigianato Veneto", che dal 1992 riunisce 700 aziende trevigiane. La Regione festeggia donando altrettante piante di corniolo

Palazzo Balbi festeggia vent’anni di artigianato trevigiano con settecento piante di corniolo.

Due degli esemplari tipici della flora veneta sono stati consegnati dall’assessore regionale all’Agricoltura Franco Manzato e dall’amministratore unico di Veneto Agricoltura Paolo Pizzolato al presidente dell’associazione Artigianato Trevigiano Piergiovanni Maschietto. Le altre piante verranno consegnate in occasione dei festeggiamenti del 20 maggio 2012 per il ventennale del sodalizio di imprenditori e saranno donate alle settecento aziende aderenti.

“La scelta del corniolo non è stata affatto casuale – hanno spiegato Manzato e Pizzolato - È un arbusto autoctono della Regione, dal legno durissimo, come è duro il lavoro degli artigiani. Lo riproduciamo nel vivaio di Montecchio Precalcino gestito da Veneto Agricoltura”.

Il corniolo produce fiori gialli bellissimi che, assicurano l’assessore e l’amministratore di Veneto Agricoltura “non fanno rimpiangere le mimose utilizzate per la festa della donna”. La pianta ha poi frutti dal tipico colore rossastro e dalle proprietà salutari, che oltre a essere consumati freschi, possono essere utilizzati per produrre bevande, liquori, dolci, gelatine, salse, marmellate o, ancora, essere conservati sotto alcol e in salamoia.

“Artigianato Veneto – ha ricordato il suo primo presidente Ivan Gerotto – è nato ufficialmente l’8 marzo del 1992, dal distacco di gran parte delle imprese piccole e medie del coneglianese da una preesistente organizzazione alla quale chiedevamo più servizi. Da un piccolo seme è nata una pianta solida e feconda”.

“Oggi – ha spiegato Maschietto – aderisce a Casartigiani nazionale e fornisce ai soci servizi di rappresentanza sindacale, assistenza fiscale e previdenziale, amministrativa e legale; gestisce inoltre un portale di vendita online, dove chiunque può acquistare prodotti di territorio: artigiani ma anche agricoli”.

“Il ventennale – ha concluso Manzato – va colto anche come occasione per riflettere e far riflettere sullo sviluppo sostenibile del nostro territorio. Al convegno di maggio propongo venga presentato un decalogo di iniziative sottoscritte dall’associazione, che impegni i soci a raggiungere alcuni obiettivi di rispetto ambientale e ad adempiere a delle regole quali ad esempio l’utilizzo di carta riciclata o la riduzione degli sprechi energetici”.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

La Regione festeggia vent’anni di artigianato trevigiano

TrevisoToday è in caricamento