menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Cna e Forò uniti per combattere la crisi a Oderzo

Le due associazioni hanno sottoscritto un accordo per ridare slancio all'economia e alla vita sociale della città di Oderzo

 

Insieme per ridare vitalità alla città di Oderzo, dal punto di vista sociale ed economico. Le associazioni Cna e Forò hanno sottoscritto un accordo di collaborazione per aiutarsi nei reciproci scopi statutari. In particolare, CNA ha messo a disposizione i suoi esperti per erogare gratuitamente a Forò il servizio di contabilità.

L’accordo è stato firmato il 18 settembre scorso dal presidente di Forò, Lino Carrer, e dal direttore della CNA di Oderzo, Gianfranco Vianello.

"Forò porta avanti una missione che reca beneficio all’economia della città, pertanto supportare la sua attività significa dare un contributo di sviluppo – ha dichiarato Vianello - La CNA lavora per la competitività del sistema territoriale a beneficio delle imprese quindi i nostri obiettivi sono in linea con quelli di Forò. In particolare riteniamo che la rivitalizzazione del centro storico debba essere un obiettivo prioritario. Da qui la decisione condivisa di formalizzare il nostro comune impegno.

L’accordo prevede che Forò e CNA, “nei limiti delle proprie competenze e capacità”, si impegnino “a suggerire eventuali iniziative che consentano di promuovere il centro storico di Oderzo”.

La creazione di un “centro commerciale naturale” e di una programmazione di eventi a supporto, rileva Cna, non bastano a venire incontro alle esigenze dei commercianti del centro storico e delle attività produttive in genere: serve un regime fiscale meno aspro e l'amministrazione comunale può dare un segnale importante in questo senso.

"L’aliquota Imu sulle attività produttive è pari allo 0,80: più alta del 4 per mille rispetto all’aliquota base – ha sottolinato Vianello – Noi chiediamo all’Amministrazione di abbassarla perché il peso di questa imposta su chi produce è raddoppiato e addirittura triplicato rispetto alla vecchia ICI. È un peso insostenibile in questo momento di crisi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento