rotate-mobile
Venerdì, 20 Maggio 2022
Economia

Un accordo per le nuove imprese del Veneto Orientale fra Bcc di Monastier e del Sile, Confartigianato di San Donà e Cofidi Veneziano

Un accordo in favore delle nuove imprese è stato stipulato il 18 ottobre a San Donà di Piave dalla Banca di Monastier e del Sile insieme a Confartigianato Mandamento di San Donà e Cofidi Veneziano.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Un accordo a favore delle start up, ossia aziende in fase di costituzione oppure iscritte alla Camera di Commercio da massimo 12 mesi, è stato stipulato martedì 18 ottobre a San Donà di Piave presso la sede dell'Associazione Artigiani PMI. I sottoscrittori sono appunto l'Associazione Artigiani PMI di San Donà insieme alla Banca di Monastier e del Sile Credito Cooperativo e al Cofidi Veneziano.

Nell'accordo la Bcc di Monastier e del Sile - che opera nel territorio a cavallo fra le province di Treviso e Venezia - mette a disposizione un plafond di 1 milione di euro per le imprese di nuova costituzione del Veneto Orientale, facilitando ed agevolando notevolmente la fase burocratica di accesso al credito, che spesso rappresenta un ostacolo per i neoimprenditori. L'importo massimo di ogni iniziativa sarà di 50mila euro, concessi a condizioni agevolate; le aziende che ne beneficeranno, avranno il vincolo di mantenere la propria contabilità per un minimo di 3 anni dalla concessione dell'affidamento presso l'Associazione Artigiani PMI di San Donà, a tutela dell'impresa medesima.

"Siamo lieti di partecipare a questo protocollo - hanno dichiarato il presidente ed il vicepresidente dell'Associazione Artigiani PMI di San Donà, Nazzareno Ortoncelli e Salvatore Bonato - poiché si tratta di un grande opportunità per il nostro territorio, nel quale riteniamo vi siano ancora buone condizioni di sviluppo, specie per la piccola e media impresa. Questo progetto è per noi un investimento nelle nuove imprese; da parte sua, l'Associazione si impegna a diventare una specie di tutor per le nuove attività, supportando e consigliando adeguatamente gli imprenditori".

"Di solito, la mortalità delle aziende è massima nei primi 5 anni di attività; - ha aggiunto il segretario dell'Associazione Artigiani PMI di San Donà, Monica Carrer - questo accordo dovrebbe scongiurare tale pericolo: se un'idea d'impresa non dovesse essere sostenibile, infatti, saremo noi stessi a farlo presente ai richiedenti e la Banca, d'accordo con il Cofidi, rifiuterà - motivandola - la concessione del credito".

Renzo Canal ed Arturo Miotto, rispettivamente presidente e direttore generale di BCC di Monastier e del Sile, hanno spiegato che accordi simili sono già stati stipulati dalla Banca nei mesi scorsi nei territori di Treviso, Mestre, Oderzo, sia con le Associazioni Artigiani che con i Commercianti. "In un anno sono stati valutati circa 70 progetti di impresa, nei settori più diversi, ed abbiamo già erogato oltre 600mila euro. Siamo molto soddisfatti di questo risultato, poiché questa è un'iniziativa territoriale, fra organizzazioni locali legate alle comunità in cui operano, che si mettono in rete, per facilitare la nascita e lo sviluppo di nuove attività economiche, a partire dai giovani".

L'iter di approvazione dell'affidamento sarà snello e veloce: l'imprenditore o l'aspirante tale si rivolgerà all'Associazione Artigiani presentando la propria idea di impresa. Il business plan sarà quindi analizzato dall'Associazione e da Cofidi Veneziano insieme a Banca di Monastier e del Sile. Infine, la Banca si impegnerà a garantire una risposta al richiedente in tempi rapidi; se la pratica di affidamento verrà approvata, si procederà immediatamente con la concessione del credito, offrendo al richiedente la relativa consulenza di cui ha bisogno.

Sandro Ravenna e Mauro Vignandel, presidente e direttore di Cofidi Veneziano, hanno ribadito come "questo sia un territorio che ha nel suo DNA l'imprenditorialità e la piccola impresa. Speriamo che questo accordo sia il primo di tanti altri. Il valore aggiunto dell'iniziativa sono senza dubbio il monitoraggio e l'accompagnamento a 360° delle neo imprese, con un'azione congiunta che mette insieme Associazione di categoria, la Banca ed il Consorzio di garanzia fidi più importante del territorio".

bccmonsile.it

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Un accordo per le nuove imprese del Veneto Orientale fra Bcc di Monastier e del Sile, Confartigianato di San Donà e Cofidi Veneziano

TrevisoToday è in caricamento