Alla Came di Dosson un incontro sui fondi di investimento sostenibili

Il seminario tecnico è organizzato da Banca di Monastier e del Sile Credito Cooperativo. Interverranno gli specialisti di Raiffeisen Capital Management, società del principale gruppo bancario austriaco.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

Mercoledì sera 17 ottobre alle ore 18.30 nella sede dell’azienda Came Spa (in viale delle Industrie 62 a Dosson di Casier), Banca di Monastier e del Sile organizza il seminario dal titolo “Finanza sostenibile: l’investimento a doppio rendimento”. Interverranno gli specialisti di Raiffeisen Capital Management, società del principale gruppo bancario austriaco, riconosciuta a livello internazionale per trasparenza, affidabilità e responsabilità sociale d’impresa. Il tema dell’incontro è l’investimento in fondi sostenibili, di cui Raiffeisen è pioniere in tutta Europa. Dopo un saluto introduttivo del presidente di Came Spa, Paolo Menuzzo, e del presidente di BCC di Monastier e del Sile, Renzo Canal, interverranno Simona Bruson e Fabio Cappa, senior account manager di Raiffeisen Capital Management. L’incontro è rivolto a soci e clienti di BCC Monsile. Per partecipare, poiché il numero dei posti è limitato, occorre iscriversi attraverso l’email marketing@bccmonsile.it oppure telefonare allo 0422-799252. “Abbiamo scelto Raiffeisen come partner – spiega il presidente di BCC Monsile, Renzo Canal – poiché condividiamo la sua filosofia di investimento sostenibile, dove ‘sostenibilità’ significa avere riguardo per le questioni economiche, ecologiche e sociali, per garantire uno sviluppo equilibrato e positivo nel lungo periodo. Per la nostra BCC, come per Raiffeisen, sono centrali la trasparenza e il dialogo continuo con il cliente, in un rapporto di correttezza reciproca. Infine, non è la prima volta che organizziamo incontri di questo genere all’interno di aziende del territorio, poiché le imprese locali sono il nostro primo partner, insieme alle famiglie e agli operatori economici delle nostre comunità”.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento