Economia

Arper investe in Italia con un nuovo e innovativo centro di ricerca e sviluppo

Il nuovo polo sarà innovativo e sostenibile, continuando il forte impegno in ambito di sostenibilità ambientale che l'azienda ha iniziato oltre 15 anni fa

Nell’area degli Headquartes di Arper, a Monastier di Treviso, sono state avviate le opere per la realizzazione dell’Arper Design Lab, un nuovo polo dedicato alla progettazione e alla creatività. Lo spazio del Lab si estenderà su una superficie di 1400 mq, che si aggiungono ai 300 mq esistenti occupati da Uffici Tecnici e Laboratorio Prove, che porterà a 1700 mq totali lo spazio destinato all’innovazione nella sede Arper. L’Arper Design Lab sarà uno spazio polifunzionale, in cui verranno curate le fasi più cruciali del processo che conduce alla creazione e al lancio delle collezioni di prodotto, cuore pulsante dell’azienda di design. Definizione, progettazione, sviluppo e lancio sul mercato delle nuove collezioni verranno gestiti in-house, grazie al Design Lab, che consentirà di ottimizzare e velocizzare l’approccio ai mercati da parte dell’azienda, che compete nel contesto internazionale.

Troveranno qui posto un nuovo laboratorio prototipi, che consentirà di realizzare e industrializzare campioni di prodotto, una materioteca con una selezione sempre aggiornata di materiali, tessuti e pelli, oltre a spazi per la formazione e per il confronto con designer e creativi. Infine una sala posa attrezzata consentirà di realizzare servizi fotografici e video, a supporto della comunicazione. Il Design Lab sarà intitolato a Luigi Feltrin, fondatore, nel 1989, di Arper, insieme ai figli Mauro e Claudio, quest’ultimo attuale presidente e amministratore delegato del Gruppo. Luigi Feltrin è mancato lo scorso aprile, lasciando in eredità una grande passione per il “saper fare”, e un’incrollabile determinazione a creare, costruire ed evolvere sempre, valori che prendono oggi forma in questo ambizioso progetto.

L’Arper Design Lab verrà realizzato con criteri di sostenibilità ambientale, attraverso il recupero dell’edificio esistente. Gli interventi sulla struttura e sull’impiantistica ne determineranno infatti la riqualificazione energetica. Con questo progetto Arper rinnova il proprio impegno verso l’obiettivo di diventare un’azienda sostenibile. Il percorso di sostenibilità, avviato in Arper nel 2005, attraverso la creazione di un dipartimento ambientale interno, va nella direzione di implementare soluzioni sostenibili di prodotto, oltre che di processo, attraverso la costruzione di una cultura condivisa.

Commenta Claudio Feltrin «La sostenibilità è un obiettivo strategico. Visioni e azioni ambiziose, cambiamenti a livello organizzativo e mutamenti culturali sono le condizioni fondamentali per l’evoluzione di un’azienda che vede nella sostenibilità dei processi, della produzione e delle collezioni un impegno concreto. Sebbene l’anno sia stato di difficoltà per tutto il settore contract, Arper, grazie a una politica di gestione aziendale da sempre attenta e coscienziosa, è oggi un’azienda sana, capace di dare segnali di positività anche in contesti sfavorevoli. L’azienda ha infatti deciso di investire in un allargamento del dipartimento Ricerca&Sviluppo, che potenzierà la capacità di edizione di Arper per diventare ancora più competitiva nel mercato globale. Un consistente investimento che consentirà ad Arper di ridurre i tempi di presentazione di nuovi prodotti nel mercato e anticipare le tendenze, testare l’efficienza estetica e qualitativa delle nuove collezioni e abbattere i tempi necessari per ottenere le certificazioni internazionali, requisito essenziale per competere nelle diverse aree del globo”. I lavori sono stati avviati a inizio dicembre e si prevede che termineranno entro il primo semestre 2021.

Arper_DesignLab_render esterni-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Arper investe in Italia con un nuovo e innovativo centro di ricerca e sviluppo

TrevisoToday è in caricamento