menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Ascopiave, il Cda approva i risultati dei primi nove mesi del 2020

Il Presidente Cecconato: «I margini operativi sono in sensibile crescita rispetto allo scorso esercizio, grazie all’ampliamento del perimetro di consolidamento e ad un’efficiente gestione dei costi»

Il Consiglio di Amministrazione di Ascopiave S.p.A., riunitosi lunedì sotto la presidenza del Dott. Nicola Cecconato, ha preso visione e approvato il resoconto intermedio di gestione del Gruppo Ascopiave al 30 settembre 2020, redatto in applicazione dei principi contabili internazionali IAS/IFRS. Il Presidente di Ascopiave, Nicola Cecconato, afferma che: «I risultati approvanti confermano le ottime performance delle attività controllate dal Gruppo. I margini operativi sono in sensibile crescita rispetto allo scorso esercizio, grazie all’ampliamento del perimetro di consolidamento e ad un’efficiente gestione dei costi. La crisi Covid, nonostante abbia comportato una revisione organizzativa delle attività per alcuni mesi, non ha impedito al Gruppo di dar corso al proprio programma di investimenti, che risultano in crescita del 20% rispetto allo scorso anno. I risultati consolidati dalla partnership EstEnergy sono stati soddisfacenti ed in linea con le nostre aspettative, confermando la bontà della scelta strategica operata dal Gruppo con riguardo alle attività detenute nel comparto commerciale. Ascopiave continuerà nei prossimi mesi ad operare nel difficile contesto economico che stiamo vivendo impegnandosi a perseguire i propri obiettivi di eccellenza operativa, crescita e redditività».

I RISULTATI PRINCIPALI

- Margine Operativo Lordo a euro 45,1 milioni (euro 30,5 milioni nei primi nove mesi del 2019);

- Risultato operativo a euro 20,0 milioni (euro 13,0 milioni nei primi nove mesi del 2019);

- Utile Netto Consolidato pari a euro 28,8 milioni (euro 38,2 milioni nei primi nove mesi del 2019). La variazione dell’Utile Netto Consolidato (in diminuzione di euro 9,4 milioni rispetto ai primi nove mesi del 2019) è spiegata principalmente, oltre che dal venir meno di componenti di reddito di natura non ricorrente, che hanno influenzato positivamente il risultato dei primi nove mesi del 2019 per 5,9 milioni di euro, dalla modifica del perimetro delle attività consolidate e dalla loro diversa stagionalità. Tale variazione è destinata ad essere compensata nel corso dell’esercizio.

- Posizione Finanziaria Netta pari a euro 316,6 milioni, in aumento rispetto al dato al 31 dicembre 2019 (euro 213,0 milioni), principalmente per gli investimenti in partecipazioni realizzati nei primi nove mesi del 2020 (euro 60,6 milioni), per il differimento dei termini di consegna dei titoli di efficienza energetica da maggio a novembre 2020 e del riconoscimento del relativo contributo (euro 23,4 milioni) e per l’acquisto di azioni proprie (euro 8,1 milioni).

Argomenti
Condividi
In Evidenza
blog

Il papà più bello d'Italia? Ha 34 anni, è trevigiano ed è gay

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento