rotate-mobile
Giovedì, 9 Febbraio 2023
Economia Castelfranco Veneto / Piazza della Serenissima, 34

Ascotrade e Ats insieme anche a Castelfranco Veneto: inaugurati i nuovi uffici comuni

Aperto l’ufficio con spazi comuni in Piazza Serenissima e siglato un nuovo Protocollo d’intesa: la strada delle collaborazioni tra realtà locali prende forma

CASTELFRANCO VENETO Non solo spazi comuni, ma anche la precisa volontà di consolidare il proprio progetto finalizzato a garantire una presenza capillare e sempre più di qualità vicina ai propri clienti. Questa la filosofia alla base dell’intesa tra Ascotrade e Ats Alto Trevigiano Servizi, la prima realtà leader del territorio nella gestione delle energie, la seconda società che eroga il servizio idrico integrato per 53 comuni associati. Questo il senso dell’apertura del nuovo ufficio di Piazza Serenissima, 34 a Castelfranco Veneto, condiviso proprio tra Ascotrade e ATS, che segue le esperienze di condivisione già avviate a Pieve di Soligo e Montebelluna e un protocollo di intesa, siglato lo scorso 6 aprile, tra 8 utilities trevigiane decise a far squadra. Quello di Castelfranco Veneto è un locale di circa 100 metri quadrati, in cui i clienti possono recarsi agli sportelli delle due realtà trevigiane i cui operatori sono divisi da una sala d’attesa comune. Maggiori spazi quindi dedicati ai clienti rispetto alla vecchia sede territoriale castellana. Tutto l’arredamento è coerente con la scelta recente di Ascotrade che ha sposato l’opzione green utilizzando il mobilio in cartone prodotto da una realtà veneta.        

L’orario degli uffici di Castelfranco Veneto: per il servizio di Ascotrade gli orari di apertura al pubblico sono dal lunedì al venerdì dalle 8,10 alle 12,45, il lunedì e il mercoledì dalle 14 alle 18,15 e il sabato dalle 8,10 alle 12,15. Per l’Alto Trevigiano Servizi dal lunedì al venerdì dalle 9,00 alle 12,30 e il mercoledì anche dalle 16,00 alle 18,45. «L’apertura dell’ufficio di Castelfranco Veneto è figlia della nostra politica di collaborazione tra realtà del territorio con differenti caratteristiche commerciali – spiega Stefano Busolin, presidente e amministratore delegato di Ascotrade – Insieme si può fare più strada e di qualità superiore creando delle sinergie che generano un risparmio per tutti, a cominciare dai cittadini. Per Ascotrade la presenza capillare sul territorio è un preciso impegno che ci siamo assunti con i nostri clienti. La soddisfazione è ancora maggiore se questo tipo di collaborazioni fino a qualche tempo fa sembravano un’utopia e, invece, voglio sperare di poter un giorno entrare in un vero polo di gestione dei servizi delle nostre famiglie dove un cittadino possa ottenere tutte le risposte di cui ha bisogno da veri professionisti al loro servizio e non da telefonisti improvvisati e a volte furbetti».

Sulla stessa lunghezza d’onda anche Raffaele Baratto, presidente di ATS: «Efficienza è la parola chiave per dare un servizio di qualità al cittadino. Alto Trevigiano Servizi e Ascotrade lavorano ancora volta in sinergia per dare una risposta agli utenti che avranno come punto di riferimento un’unica sede a anche a Castelfranco Veneto dopo le prime esperienze positive». Saluta con soddisfazione la sinergia anche Pierpaolo Florian, amministratore delegato di ATS: «Questo significa da una parte taglio dei costi per le due società e dall’altra risparmio di tempo per i cittadini: la soluzione ottimale per essere sempre a disposizione dei clienti. Questo potrebbe essere solo l’inizio…».

La filosofia di accendere sul territorio delle collaborazioni finalizzate a raggiungere degli obiettivi comuni segue, come detto sopra, la firma di un protocollo d’intesa proprio tra Ascotrade, ATS, Asco TLC, Contarina, IPA della Pedemontana del Grappa e Asolano, Savno, Piave Servizi srl e ATER Treviso azienda territoriale per l’edilizia residenziale della Provincia di Treviso. Un’intesa che persegue l’obiettivo comune di sviluppare insieme i temi che sono oggetto di investimenti e promozione da parte dell’Unione Europea, specialmente attraverso il programma Horizon 2020. «La volontà è quella di ideare collaborazioni per lo sviluppo di servizi integrati su temi come l’economia circolare, ovvero l’ideazione di sistemi in grado di rigenerare le risorse, come il “waste to energy”, ovvero la creazione di energia da un rifiuto» conclude Busolin.

da sx Busolin Baratto Floria 2-2

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ascotrade e Ats insieme anche a Castelfranco Veneto: inaugurati i nuovi uffici comuni

TrevisoToday è in caricamento