menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Un'immagine dell'incontro

Un'immagine dell'incontro

Autoriparatori e meccatronici regole che cambiano per un settore in evoluzione

A partire dal 2018 meccanici ed elettrauti dovranno avere la qualifica di "meccatronici". Partiranno quindi dei corsi specifici organizzati da Confartigianato Imprese Marca Trevigiana

TREVISO Oltre 120 imprenditori del settore autoriparazione martedì sera hanno seguito l’incontro promosso da Confartigianato Imprese Marca Trevigiana dedicato alla presentazione della normativa avente ad oggetto i requisiti tecnico-professionali necessari per lo svolgimento dell’attività di meccatronico, figura professionale che dovrà far sintesi delle competenze ad oggi in capo a due professionisti: meccanico e elettrauto. La legge 11 dicembre 2012, n. 224, in vigore dal 5 gennaio 2013, ha modificato l’articolo 1 della legge 5 febbraio 1992, n. 122, concernente la disciplina dell’attività di autoriparazione prevedendo l’unificazione nella sezione “meccatronica” di due ambiti “meccanica e motoristica” ed “elettrauto”.

Per le imprese che al 5 gennaio 2013 erano abilitate alla sola attività di “elettrauto” o alla sola attività di “meccanica motoristica” la normativa consente di proseguire la singola attività fino al 5 gennaio 2018; così come nel caso in cui il gestore abbia compiuto 55 anni al 5 gennaio 2013, gli consente  di proseguire la singola attività fino al raggiungimento della pensione. Possono continuare l’attività anche  quegli operatori che, indipendentemente dalla formale limitazione dell’ ambito di iscrizione, siano in grado di dimostrare l’acquisizione dell’esperienza necessaria per lo svolgimento dell’attività di meccatronica, attraverso l’operato svolto negli anni. Per tutti coloro che non rientrano in queste categorie ma che hanno solo una delle due qualifiche (meccanico-motorista o elettrauto) vige l’obbligo entro il 5 gennaio 2018 di regolarizzare la loro posizione pena l’impossibilità di continuare a gestire l’impresa. Per ovviare a questa situazione Confartigianato imprese marca Trevigiana ha promosso dei corsi della durata di 40 alla cui conclusione verrà rilasciato uno specifico attestato di qualificazione professionale necessario per l’ottenimento del requisito mancante per l’esercizio dell’attività di tecnico meccatronico delle autoriparazioni.

Nel corso della serata Gianluigi Buosi, presidente della categoria autoriparatori di Confartigianato Imprese Marca Trevigiana, ha in più occasioni sottolineato che la finalità della legge non è quella di determinare interruzioni di attività in essere o ledere aspettative consolidate, ma di porsi in modo più aderente alla realtà odierna di un’attività sempre più articolata. Il settore è destinato a subire delle trasformazioni a seguito dell’evoluzione della tecnologia delle auto a guida automatica, strettamente legata allo sviluppo della mobilità elettrica, che porterà a  risolvere il bisogno di mobilità non più con il possesso di un auto ma con la richiesta di un servizio. Tutti gli attori della filiera dovranno essere in grado di fornire nuovi supporti  agli automobilisti, dalla messa a disposizione di infrastrutture per la ricarica, all’installazione di software per personalizzare l’auto dei propri clienti.

I contenuti dei percorsi:

MECCANICO - Per i Responsabili tecnici delle imprese abilitate all’attività di elettrauto

La tecnologia dei veicoli a motore e la tecnica motoristica: componentistica, motore, idraulica; le tecniche e gli strumenti per diagnosi avanzate; Gli strumenti di misura e controllo per la verifica di singoli componenti meccanici e per la loro messa a punto. Le attrezzature e le tecniche di sostituzione, riparazione, manutenzione, installazione e collaudo delle componenti meccaniche; le principali tipologie di motore, i sistemi di alimentazione, raffreddamento, carburazione e lubrificazione; Gli impianti di trasmis-sione e frenata; Le sospensioni e gli organi di direzione.

ELETTRONICO ELETTROTECNICO  - Per i Responsabili tecnici delle imprese abilitate all’attività di meccanica e motoristica

I principi di elettronica, elettrotecnica e logica dei circuiti; strumenti di misura e controllo per la verifica degli apparati elettrici/elettronici; Tecniche e strumenti per dia-gnosi avanzate. Le attrezzature e tecniche di installazione, manutenzione, riparazione e collaudo degli apparati elettrico/elettronici dei veicoli, di serie ed accessori; I principi di funzionamento dei sistemi EOBD, CANBUS, ABS, ESP; l'impianto di avviamento e di ricarica; l'iniezione elettronica, Multiplex, sicurezza passiva, Impianto di NC climatizzazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Alimentazione

Il peso cambia da un giorno all'altro, perchè?

Cura della persona

Il taglio capelli dell'estate 2021? È il little bob

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento