menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di Stefano Aiti tratta da Google Immagini

Foto di Stefano Aiti tratta da Google Immagini

La miglior banca del Veneto è trevigiana: Banca della Marca premiata a Milano

Il credito cooperativo trevigiano ha conquistato i Milano Finanza Global Awards 2018 aggiudicandosi il premio come miglior banca della regione Veneto. Un traguardo molto importante

ORSAGO Martedì 12 giugno, al museo della scienza e della tecnica di Milano, nell’ambito di una serata di beneficenza a favore di Dynamo Camp Onlus, sono stati assegnati i premi agli Istituti che lo scorso anno si sono distinti nell’ambito bancario per performance e solidità oltre che su ambiti e classifiche specifiche legate all’innovazione, ai prodotti per la clientela, alle operazioni straordinarie, alle campagne di marketing. 

Dalle classifiche stilate dagli analisti della prestigiosa testata specialistica Milano Finanza, Banca della Marca è risultata la migliore banca  del Veneto affiancata a nomi altisonanti quali Credit Agricole/Friuladria per il Friuli e il Credito Emiliano per l’Emilia Romagna. Fondata nel comune di Orsago ben 120 anni fa, Banca della Marca ha assunto la sua struttura attuale nel 2001 con la fusione con Bcc Altamarca. Oggi dopo la fusione del 2017 con Bcc Marcon-Venezia la Banca conta 49 filiali, di cui 31 nella provincia di Treviso, 12 in provincia di Venezia e 6 in quella di Pordenone. I soci sono 8.882 e i dipendenti e collaboratori 377. Numeri che l'hanno portata a essere una delle bache più importanti dell'intera regione.

Il direttore Beninato ha commentato con queste parole il risultato raggiunto: "Questa classifica è frutto di analisi dei dati di bilancio e patrimoniali. Siamo soddisfatti del percorso intrapreso e della solidità che riusciamo a trasmettere ai nostri soci e clienti. La nostra sfida è quella di continuare a migliorarci per tenere il passo e competere in un settore come il nostro, in costante mutamento". Il presidente Sernagiotto è invece intervenuto con queste parole: "Il futuro si affronta con più serenità partendo da basi solide. Questo attestato ci fa un immenso piacere ma non modifica in alcun modo la nostra quotidianità ed il nostro impegno. Il Consiglio di Amministrazione è impegnato sul consolidamento di questi buoni profili tecnici, senza tralasciare le strategie nell’ambito di progetti sul terzo settore, sociali e culturali, che sono la linfa della nostra essenza e del nostro legame con il territorio".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Covid, Zaia: «Veneto rischia di tornare in zona arancione»

Alimentazione

Dinner cancelling la dieta di Fiorello: come funziona

Aziende

Migliori parrucchieri d'Italia: ecco i trevigiani al top

social

Le voci più belle del Festival di Sanremo sono venete

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento