menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Banca Prealpi stanzia 15 milioni di euro per le famiglie colpite dal maltempo

Due le iniziative messe in campo dalla banca di Tarzo, un plafond di 15 milioni di euro e la sospensione delle rate dei mutui per aiutare famiglie e aziende colpite dal maltempo

Una banca legata al territorio, che fa della solidarietà e del mutuo soccorso non solo parole ma fatti. Banca Prealpi non ha dimenticato la sua mission di istituto di credito cooperativo fortemente legato al territorio e ha infatti scelto, una volta di più, di stare al fianco delle imprese e delle famiglie che hanno subito danni a causa del maltempo che ha colpito a fine ottobre il Veneto (e non solo). Due le iniziative messe in campo dalla banca di Tarzo, un plafond di 15 milioni di euro e la sospensione delle rate dei mutui.

Al fine di fornire un primo aiuto per la ripresa a supporto di famiglie ed imprese che si trovano a dover sostenere oneri economici strettamente connessi con i danni conseguenti al recente fenomeno alluvionale, la Banca Prealpi ha attivato una linea di credito con un plafond di 15 milioni di euro finalizzati. Inoltre, per quanto riguarda i mutui, la Prealpi ha previsto la possibilità di richiedere da parte dei mutuatari, una sospensione delle rate, scegliendo tra la sospensione dell'intera rata e quella della sola quota capitale (una possibilità in seguito prevista anche dell’ordinanza del Capo della Protezione civile del 15 novembre 2018, alla quale la Banca si è adeguata). Le operazioni di sospensione determineranno la traslazione del piano di ammortamento per un periodo analogo a quello della sospensione, non comporteranno un aumento dei tassi praticati rispetto al contratto originario e non prevedranno l'applicazione di interessi di mora per il periodo di sospensione. «Non potevamo non scendere in campo per sostenere famiglie e imprese del territorio colpito dal maltempo di alcune settimane fa – ha commentato il presidente di Banca Prealpi, Carlo Antiga – abbiamo deciso di attivarci con queste due iniziative che da un lato vogliono dare respiro e tranquillità a coloro che si trovano ora in difficoltà e dall'altro fornire la liquidità necessaria per una ripresa a pieno ritmo. I cittadini hanno dimostrato, fin dalle prime ore, sincera solidarietà e voglia di riprendersi e i nostri interventi si inseriscono proprio in questo contesto, partendo dai principi di solidarietà, mutuo soccorso, cooperazione e aiuto reciproco che sono i valori fondanti del nostro istituto di credito».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Casa

Ammoniaca vs Candeggina: chi uccide meglio i germi?

social

Tre pasticcerie trevigiane in sfida a Cake Star

Attualità

Roncade: messo in vendita il centro commerciale Arsenale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Meteo

    Caldo anomalo nella Marca: «Da sabato temperature in calo»

  • Aziende

    «Positiva la scelta di istituire un ministero per la disabilità»

Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento