Banca Prealpi Sanbiagio: utile a 18,3 milioni di euro e attivi di bilancio a 4,65 miliardi

Bilancio in crescita e indici di bilancio molto buoni. Il plafond destinato alle erogazioni liberali sul territorio sale a 2,2 milioni di euro, a sostegno di scuola, terzo settore e sviluppo dell’agricoltura responsabile. Anche quest’anno, l’intervento dei soci avviene tramite il Rappresentante Designato, secondo le norme anti-assembramento per salvaguardare la salute di tutti.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di TrevisoToday

È prevista per venerdì 30 aprile ore 9 e martedì 4 maggio ore 11 (rispettivamente in prima e in seconda convocazione) l’Assemblea ordinaria di Banca Prealpi SanBiagio. Tra i temi all’ordine del giorno ci sono l’approvazione del bilancio 2020 della Banca eil progetto di destinazione dell’utile. L’utile consolidato d’esercizio si attesa quest’anno a quota 18,3 milioni di euro, con attivi di bilancio che superano i 4,65 miliardi. Numeri che testimoniano la solidità di un Istituto di credito in salute, capace di far fronte all’incertezza dell’outlook economico dei prossimi mesi, su cui peserà certamente la perdurante emergenza sanitaria e socio-economica causata dal Covid-19. Banca Prealpi SanBiagio continua infatti a monitorare con grande attenzione l’evolversi della situazione, garantendo il proprio impegno economico e sociale nei confronti di tutto il territorio. Confermati i dati positivi relativi alla raccolta diretta (cresciuta di 304 milioni di euro, pari a +10,4%sul precedente esercizio) e alla raccolta indiretta (aumentata di 153 milioni di euro, pari a +16,7%). Il montante complessivo, che esprime la portata dell’attività commerciale della Banca, si attesta a quota 7,1 miliardi di euro (+8,8%). Molto soddisfacenti anche gli indici finanziari e di qualità del credito, con il CET1 Ratio al 24,27%, l’indicatore NPL ratio al 4,92% e il cost income al 55,95%. Alla luce di questi di risultati, il Presidente di Banca Prealpi SanBiagio, Carlo Antiga, vuole lanciare un messaggio di fiducia e di attenzione al territorio: «I dati di bilancio evidenziano che Banca Prealpi SanBiagio ha la solidità e la capacità di fronteggiare una fase delicata come quella che stiamo vivendo. Siamo di fronte a previsioni ancora molto incerte e l’evoluzione del quadro economico dei prossimi mesi dipenderà anche dagli interventi che il Governo metterà in campo in ottica di stabilizzazione e rilancio post-Covid. Tuttavia, constatiamo quanto il territorio abbia voglia di ripartire e in questa prospettiva siamo pronti a dispiegare in pieno il nostro ruolo di Banca del territorio». Importanti per l’impatto sul piano sociale saranno anche gli interventi che Banca Prealpi SanBiagio sosterrà attraverso l’utilizzo dei Fondi per le erogazioni liberali. Con un progetto di destinazione dell’utile a beneficenza di 2,2 milioni di euro (200mila euro in più rispetto allo scorso esercizio) la Banca intende, in particolare, accrescere ulteriormente il proprio impegno a favore di ambiti quali: la scuola, fortemente condizionata dai lockdown e dalla didattica a distanza; il terzo settore, specie nell’ambito sanitario e dell’assistenza alle fragilità; lo sport con l’obiettivo di contribuire al recupero della socialità tra i giovani. Importante sarà anche l’impegno espresso a favore della valorizzazione della filiera agroalimentare locale e dell’agricoltura responsabile, grazie al sostegno di progetti sperimentali atti a testare l’impiego di tecnologie innovative, efficaci anche sotto il profilo della tutela e conservazione dell’ambiente naturale. «Se la spinta imprenditoriale è fattore imprescindibile per la crescita economica, parimenti riteniamo che ambiti quali la scuola, la cultura, lo sport, l’ambiente, la salute siano dei driver complementari per una crescita duratura, equilibrata e sostenibile delle nostre comunità – continua Carlo Antiga – La possibilità di utilizzare i fondi liberali è un grande valore distintivo e di responsabilità della nostra Banca: penso che i nostri Soci possano sentirsi appieno compartecipi e orgogliosi di concorrere per questa via al benessere della loro comunità». Al fine di non incorrere nei rischi connessi alla perdurante emergenza sanitaria, l’intervento dei soci in Assemblea avverrà anche quest’anno tramite il Rappresentante Designato, in ottemperanza alle vigenti norme anti-assembramento e, come detto, per garantire la salute e la sicurezza di tutti i soci. I soci hanno tempo fino al 28 aprile 2021 per far pervenire le proprie intenzioni di voto.

Torna su
TrevisoToday è in caricamento