menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Investimenti innovativi per le piccole medie imprese locali: attivo il bando

La Camera di Commercio di Treviso sostiene gli incentivi da assegnare per l'acquisto di beni strumentali d'impresa tecnologicamente avanzati

TREVISO Si rinnova, anche nel 2016, e si diversifica l’impegno della Camera di Commercio di Treviso per favorire la crescita del sistema economico locale, con particolare attenzione al tema dell’innovazione. Ciò avviene nonostante i riflessi derivanti dai pesanti tagli alle entrate camerali e pur a fronte delle notizie  che si susseguono in merito al riordino del sistema camerale.

Grazie allo sforzo per la razionalizzazione delle spese e per l’efficientamento della macchina organizzativa, anche in vista dell’ormai prossimo accorpamento con la Consorella di Belluno, è stato possibile stanziare ben 500 mila euro per l’assegnazione di contributi a fondo perduto, destinati alle piccole e medie imprese provinciali, a supporto degli investimenti innovativi che verranno attivati mediante l’acquisto dei beni strumentali d’impresa indicati nell’ art. 3 del relativo Bando pubblico di concorso.

In sintesi e purché siano nuovi: macchinari, impianti e attrezzature ad uso produttivo; hardware, software e tecnologie digitali strettamente correlati all’esercizio dell’attività di produzione dei beni e servizi d’impresa. I beni dovranno essere tecnologicamente avanzati e, quindi, in grado di aumentare il livello di efficienza o di flessibilità delle attività dell’impresa, valutabile in termini di: riduzione dei costi; aumento del livello qualitativo dei prodotti o dei processi o della capacità produttiva o dei servizi; introduzione di nuovi prodotti e/o servizi.

Il bando è già consultabile e disponibile on line sul sito camerale, all’indirizzo www.tv.camcom.gov.it, unitamente a tutti i dettagli utili e alla modulistica appositamente predisposta. Le agevolazioni previste consistono in contributi a fondo perduto, fino a un massimo di € 15.000,00 per impresa partecipante, con un’intensità di aiuto pari al 40% della spesa ammissibile, a fronte di un investimento minimo di € 6.000,00. Per le aziende in possesso del rating di legalità, il contributo massimo potrà arrivare fino a € 18.000,00, con intensità di aiuto pari al 50% della spesa ammissibile.

Per consentire a tutti gli interessati di preparare le domande nel miglior modo possibile, la data a partire dalla quale possono essere inviate le istanze di partecipazione al concorso è stata fissata all’11 aprile 2016, mentre l’ultimo giorno utile per detta presentazione è il 22 aprile successivo. Allo scopo di favorire al massimo la partecipazione, senza alcun costo e perdita di tempo prezioso ma pure al fine di confermare il processo di semplificazione e digitalizzazione dei rapporti con la pubblica amministrazione, è stata confermata la presentazione della domanda esclusivamente per via telematica.

Le rendicontazioni finali dovranno essere inviate, sempre per via telematica, dal 6 al 17 febbraio 2017, data che coincide altresì con il termine ultimo per l’ammissibilità delle spese: anche in questo caso, insomma, le aziende hanno tutto il tempo necessario per realizzare gli interventi proposti. Per avere qualsiasi chiarimento e informazione è possibile, in aggiunta alla consultazione del sito camerale www.tv.camcom.gov.it, rivolgersi all’ufficio promozione interna della camera di commercio di Treviso ai recapiti sottoindicati.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Giardino

Balconi fioriti: scopri le piante più scenografiche, i migliori vivai

Attualità

Malore dopo la vaccinazione, 57enne ricoverato in ospedale

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

TrevisoToday è in caricamento