Bcc Monsile: i soci approvano l'aggregazione con Bcc Pordenonese

Importante risultato dalla votazione dell'assemblea. Con l’unione dei due istituti nascerà una realtà ancor più solida, efficiente e competitiva, con oltre 17mila soci e 74mila clienti

In foto: il momento della votazione

I soci di Bcc di Monastier e del Sile, riuniti in assemblea presso il Bhr Hotel di Treviso hanno espresso voto favorevole all'aggregazione con Bcc Pordenonese nella giornata di martedì 17 dicembre.

Dopo l’approvazione della capogruppo e della Banca Centrale Europea si aggiunge un altro tassello al percorso che porterà alla creazione di una nuova e più grande realtà, che – qualora domani riceva l’approvazione anche da parte dei soci del Friuli Venezia Giulia - prenderà il nome di “BCC Pordenonese e Monsile”. La compagine sociale ha quindi sancito a larghissima maggioranza la nascita di BCC Pordenonese e Monsile, con 2097 voti favorevoli su un totale di 2101 soci votanti, di cui 856 presenti e 1245 rappresentati tramite delega. Le due Banche di Credito Cooperativo appartengono al Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, nato il 4 marzo scorso e che oggi riunisce 140 BCC, dislocate su 1.700 Comuni in tutto il territorio italiano. La nuova realtà sarà operativa a partire dal 1° gennaio 2020, avrà 58 filiali dislocate su un territorio di 93 Comuni, una compagine sociale di circa 17.200 soci e 74.300 clienti che ogni giorno potranno contare sull’impegno e sull’esperienza di 407 dipendenti.

La nuova banca avrà indicatori dimensionali legati a impieghi e raccolta di assoluto rilievo e un attivo creditizio complessivo di oltre 2,5 miliardi di euro. Tra le realtà del credito cooperativo operanti fra Veneto e Friuli Venezia Giulia, appartenenti al Gruppo Iccrea, la nuova banca sarà la prima per numero di soci e la seconda per totale attivo. La raccolta diretta aggregata supera i 2,8 miliardi di euro e il patrimonio ammonta a 174 milioni di euro, cui si affiancano indici di bilancio tra i più performanti (CET-1 Ratio del 15,5,2%; NPL ratio lordo del 9.67%; Texas Ratio 32,7%). Da sempre, il progetto di unione è stato improntato sulla parità tra le due realtà bancarie che, attraverso l’incremento dimensionale acquisito, potranno ora mettere a fattor comune le eccellenze di entrambi gli istituti, creando maggiori sinergie ed economie di scala e di scopo, ampliando così la rete commerciale e di servizi in aree attrattive non ancora presidiate, riuscendo a confermare in toto i piani di rafforzamento ed espansione previsti da entrambe le banche. Tutto ciò mantenendo invariata l’identità territoriale e quello spirito mutualistico e di cooperazione che da sempre contraddistingue l’azione delle BCC come promotrici di sviluppo e di valore per i propri soci, mettendo loro a disposizione una Banca più efficiente ed efficace, con alti standard di sicurezza alle migliori condizioni possibili. L’organizzazione aziendale sarà resa più efficiente, senza effettuare però alcuna variazione sugli attuali livelli occupazionali propri dei due istituti e confermando il numero delle 58 filiali operative nelle province di Pordenone, Treviso e Venezia, promuovendo anche la cooperazione fra Veneto e Friuli Venezia Giulia con l’apertura di 4 sportelli entro il 2022 in territori non ancora presidiati. La nuova Bcc Pordenonese e Monsile avrà sede legale ad Azzano Decimo e sede amministrativa a Monastier di Treviso con il nuovo Consiglio di Amministrazione che rifletterà una composizione paritaria, con BCC di Monastier e del Sile che esprimerà il nome del Presidente e di 6 membri del Consiglio d’Amministrazione, e BCC Pordenonese che indicherà il Direttore Generale e 7 componenti del CdA e la vicepresidenza. Nel corso dell’assemblea odierna sono stati dunque designati i componenti del Consiglio di Amministrazione in quota Bcc di Monastier e del Sile: Paolo Amadio (consulente aziendale); Daniele Marini (professore universitario, designato Presidente); Guiberto Ninni Riva (imprenditore agricolo); Andrea Rizzetto (imprenditore agricolo); Francesco Salvadori (imprenditore agricolo) e Antonio Zamberlan (amministratore di Enti e Società). Sono altresì stati designati i membri del Collegio Sindacale in quota BCC di Monastier e del Sile: Tarcisio Baggio (presidente) e Marco Parpinel (sindaco supplente). La nomina della squadra, dei suoi vertici e le relative deleghe saranno definite nella prima seduta del nuovo Consiglio di Amministrazione che si terrà nel mese di gennaio 2020.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

«Sono davvero soddisfatto che i soci abbiano votato favorevolmente questo progetto - ha dichiarato il Presidente di BCC di Monastier e del Sile Antonio Zamberlan - e ancor più che abbiano condiviso con noi le potenzialità di crescita e sviluppo che questa aggregazione saprà esprimere. Oggi, assieme, abbiamo compiuto una scelta strategica che proietta i due istituti nel futuro e ci consente di poter contare su una realtà capace di affiancare soci e clienti per ogni scelta che vorranno compiere. Grazie alle sinergie che potremo attivare, ci aspettiamo di espandere il presidio territoriale e di ottenere maggiori economie di scala con una riduzione attesa dei costi operativi del 6,3%, senza rinunciare a nessuna delle grandi professionalità che entrambe le banche hanno a disposizione. Tutto questo ci rende più solidi e più forti, acquisendo al contempo maggiore spazio di manovra all'interno del mercato bancario, oggi molto competitivo e in continua evoluzione. Avremo spalle e cuore larghi per essere vicini ai nostri soci e clienti in ogni momento della loro vita con servizi di eccellenza e le migliori opportunità».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schianto frontale nella notte, muore allenatore del Ponzano amatori

  • Adriano Panatta sposa a 70 anni l'avvocato trevigiano Anna Bonamigo

  • Elezioni in Veneto: guida al voto per Referendum, Regionali e Amministrative

  • Omicidio di Willy, l'autore del post razzista è uno studente trevigiano

  • Un caso di Covid-19 all'asilo, in quarantena tre classi e una maestra

  • Truccavano gli esami di guida, autoscuola trevigiana nella bufera

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
TrevisoToday è in caricamento