Benetton Group: presentato il bilancio integrato 2018

Dall'uso del cotone organico ai controlli sui fornitori e all'eliminazione delle sostanze tossiche dai processi produttivi. azienda sempre più improntata alla sostenibilità

Benetton Group pubblica il Bilancio Integrato per il 2018, un documento che affianca ai risultati finanziari delle grandi aziende la loro performance nel campo della sostenibilità sociale e ambientale, spiegate attraverso testi, dati e infografiche.

Il bilancio arriva al termine di un anno di cambiamenti per l’azienda. Il primo in cui al timone è tornato Luciano Benetton, con lo stilista francese Jean-Charles de Castelbajac a occuparsi della direzione artistica delle collezioni uomo e donna di United Colors of Benetton e Oliviero Toscani in qualità di responsabile dell’immagine del marchio. Il Bilancio Integrato 2018 contiene informazioni sulle iniziative rivolte al personale e finalizzate a prendersi cura del benessere e delle richieste dei dipendenti: ad esempio nel corso dell’anno il 70% dei dipendenti è stato coinvolto in iniziative di formazione. Altri dati dimostrano l’impegno dell’azienda nel controllo della catena di fornitura: negli ultimi tre anni infatti Benetton Group ha svolto test di conformità al suo Codice di Condotta su quasi 1000 fornitori, in Italia e nel resto del mondo. Il focus principale è sull'ambiente, tema molto caro al consumatore. Anche nel 2018 Benetton Group si è confermata una delle realtà industriali nel settore moda più impegnate nel campo. Lo dimostra la presenza di Benetton nel report di Greenpeace “Destination Zero – Seven Years of Detoxing the Clothing Industry”, in cui si conferma tra le aziende leader che hanno aderito al Detox Commitment, e che si impegnano nell'eliminazione totale di undici gruppi di sostanze chimiche dannose per l’ambiente dai processi produttivi entro il 2020.

Sempre sul fronte ambientale, il bilancio certifica, tra le altre cose, che la metà dei capi Benetton è prodotta in materiale monofibra, più facile da riciclare, e che un quarto del cotone usato nelle collezioni United Colors of Benetton e Sisley è sostenibile, secondo i criteri stabiliti dalla Better Cotton Initiative, il più grande programma al mondo dedicato alla sostenibilità del cotone. Inoltre, il campus aziendale di Benetton, in provincia di Treviso, è alimentato esclusivamente da fonti rinnovabili. Il Bilancio Integrato 2018 fotografa una situazione in cui l’azienda si sta ulteriormente impegnando su diversi fronti per migliorare le proprie performance di sostenibilità. A testimonianza di quest’impegno, l’azienda ha annunciato di essere al lavoro per realizzare a partire dall'anno prossimo collezioni sempre più sostenibili,  caratterizzate da monofibra, cotone biologico, fibre naturali, etichette a base cellulosica, tinture naturali e trattamenti al laser e all'ozono.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scopre di avere un tumore, maestra d'asilo muore 5 giorni dopo

  • Trovata in casa senza vita: albergatrice trevigiana muore a 63 anni

  • Travolto dal suo furgone mentre lo sta caricando, muore ambulante

  • Si era dato fuoco di fronte al "Per Bacco", muore dopo cinque giorni di agonia

  • Aneurisma fatale, muore dopo due mesi in ospedale: era appena diventato papà

  • Maltempo, sui social insulti contro i veneti alluvionati: «Ben vi sta»

Torna su
TrevisoToday è in caricamento