Giovedì, 18 Luglio 2024
Economia Vedelago

Bilancio di fine anno a Vedelago: la parola d’ordine è "pianificazione"

Il sindaco Andretta: "I nostri cittadini sono stati abituati ad uno standard di qualità altissimo e, grazie al lavoro dei dipendenti e dei funzionari, siamo riusciti a non far mancare mai un giorno di servizio per la comunità"

“La premessa è doverosa: il 2021 è stato un anno difficile e straordinario. Speravamo fosse diverso dal 2021 ma, anche quest’anno, ci siamo trovati alle prese con la gestione dell’ordinario e dell’emergenza, con un impegno senza precedenti – introduce il sindaco, Cristina Andretta -. Va detto che i nostri cittadini sono stati abituati ad uno standard di qualità altissimo ma, grazie al lavoro dei dipendenti e dei funzionari siamo riusciti senza a non far mancare mai un giorno di servizio per la comunità. Ciononostante, la voglia di sognare non è mai venuta meno tanto più in un momento che epocale dato non solo dalla pandemia ma dalle prospettive connesse con il Pnrr grazie al quale i Comuni sono tornati a sperare e a guardare al futuro con positività. La grande sfida sarà quella di essere pronti e preparati, cosa che del resto non abbiamo mai smesso di fare perché ciò che ha sempre contraddistinto questa amministrazione è la capacità di progettare e pianificare il futuro allo scopo di intercettare i contributi esterni necessari per passare dai progetti ai fatti”.

BILANCIO

Spiega l’assessore al bilancio, Giorgio Marin: “Da una comparazione tra Comuni in Provincia di Treviso emerge che il Comune di Vedelago è tra quelli che hanno l’imposizione tributaria più bassa con entrate per imposte e tasse pari a 3.500.556,25 di euro. Sul versante delle spese una somma importante del bilancio comunale è costituita da spese necessarie per il funzionamento dell’ente e della sua struttura mentre poche risorse rimangono disponibili per investimenti e progetti tant’è che la spesa di investimento (riferita alle opere pubbliche) è passata negli ultimi dieci anni da qualche milione di euro ai 500.000 € circa di oggi.  Con le risorse proprie il Comune non ha grande capacità di investimento, per questo motivo è necessariamente cambiato anche il modo di amministrare progettando e partecipando ai vari bandi provinciali, regionali, nazionali ed europei cercando quindi di ottenere nuovi finanziamenti”.

Questa strategia ha già portato a questi risultati:

1. rotatoria incrocio tra via Montello e la SP 102 a Fossalunga: contributo di 200mila euro da parte della Provincia di Treviso, contributo di 200mila euro da parte della Regione Veneto, contributo di 30mila euro da parte di ATS

 2. accessibilità sede Biblioteca – Villa Cappelletto Vedelago: contributo regionale di circa 60mila euro

 3. miglioramento sismico scuola secondaria di primo grado: contributo di 997mila euro da parte della Regione Veneto, contributo di 920mila euro da parte dello Stato (fondi PNRR)

4. pista ciclabile di via Castellana Vedelago: contributo di 600mila euro da parte dello Stato (fondi PNRR)

5. pista ciclabile di via Spada Fanzolo: contributo di 425mila euro da parte dello Stato (fondi PNRR)

6. pista ciclabile di via Nazionale Fossalunga: contributo di 525mila euro da parte dello Stato (fondi PNRR)

7. progetti vari per la realizzazione delle piste ciclabili di cui sopra: contributo di 62.940 euro da parte dello Stato (fondi PNRR)

8. manutenzione spogliatoi impianto sportivo A. Bolge Vedelago: contributo di 30mila da parte della Regione Veneto

9. efficientamento energetico: contributo statale di 180mila euro

Altri sono stati i progetti presentati ancora in attesa di risposta come per esempio: la palestra per la nuova scuola primaria di Casacorba, il centro di aggregazione di via Lazzareto a Vedelago, la pista ciclabile di via Trento e Trieste di Cavasagra.

LAVORI PUBBLICI

Ben 5.8 milioni di euro sono stati investiti in opere di edilizia pubblica tra quelle in progettazione, quelle in fase di avvio e quelle in corso di realizzazione.

REALIZZAZIONE PISTE CICLABILI via Spada a Fanzolo, via Castellana a Vedelago, via Nazionale a Fossalunga

Lavori in affidamento progettazione definitiva esecutiva € 1.625.000 circa

MANUTENZIONI STRADALI

Affidato incarico interno relativo alla progettazione € 78.132,96

ROTATORIA NELLA S.P. 5 INCROCIO TRA VIA CORRIVA E VIA GIACOMETTI A CASACORBA

Affidato incarico progetto di fattibilità tecnica ed economica € 17.128,80

OPERE DI URBANIZZAZIONE E ARREDO URBANO DI UN’AREA NEL CENTRO DI ALBAREDO

Affidato incarico progetto di fattibilità tecnica ed economica € 10.150,40

RIQUALIFICAZIONE DI DUE AREE VICINO AGLI IMPIANTI SPORTIVI DI VEDELAGO E FANZOLO

Affidato incarico progetto di fattibilità tecnica ed economica € 9.000

RISTRUTTURAZIONE FACCIATA MUNICIPIO COMUNALE

Affidato incarico interno relativo alla progettazione € 110.000

IMPIANTI RAFFRESCAMENTO SCUOLE INFANZIA FOSSALUNGA

Lavori completati € 22.082

PISTA CICLABILE IN VIA NAZIONALE

Primo stralcio, dalla Casa di riposo OIC a via Monsignor Crico) € 525.000

PISTA CICLABILE DI VIA TERZA ARMATA A BARCON

Studio di fattibilità € 15.000

SEGNALETICA ORIZZONTALE 2020

Lavori aggiudicati € 26.900

MIGLIORAMENTO SISMICO SCUOLA SECONDARIA DI PRIMO GRADO

In corso la progettazione definitiva € 2.467.000

MANUTENZIONI STRADALI ANNO 2020

Lavori già eseguiti € 152.024,81

PALESTRA PLESSO VEDELAGO SUD

Progettazione definitiva € 130.000

NUOVA FORNITURA ATTREZZATURA INFORMATICA

In collaborazione con l’Istituto Comprensivo € 100.000

SPOSTAMENTO E RESTAURO CAPITELLO S. ANTONIO CAVASAGRA

Lavori in corso € 50.000

MANUTENZIONE STRAORDINARIA CINTA MURARIA VILLA GALLI

Lavori completati € 20.131,60

PEBA, PIANO ELIMINAZIONE BARRIERE ARCHITETTONICHE

Affidamento della progettazione € 28 mila

NUOVA ACCESSIBILITÀ BIBLIOTECA COMUNALE CON INSTALLAZIONE ASCENSORE

€ 125.000 di cui € 60.000 circa di contributo regionale

MANUTENZIONI PISTA DI ATLETICA IMPIANTI SPORTIVI A. BOLGE VEDELAGO

Lavori completati € 120.000

RISTRUTTURAZIONE SPOGLIATOI ATLETICA IMPIANTO A. BOLGE VEDELAGO

Lavori completati € 133.000

NUOVA PAVIMENTAZIONE ESTERNA DELLA SCUOLA PRIMARIA FANZOLO

Lavori completati € 16.965,56

ROTATORIA SP 102 INCROCIO VIA MONTELLO A FOSSALUNGA

Cantiere in corso

€ 770.000, di cui € 430.000 di contributi

€ 22.082

ECOLOGIA

Comuni ricicloni

Ancora una volta il Comune di Vedelago si è aggiudicato il primo posto nella classifica dei Comuni Ricicloni di Legambiente (Comuni veneti sopra i 15 mila abitanti) con l’87,8% di raccolta differenziata. Un dato in continuo miglioramento negli ultimi due anni ed un risultato davvero degno di nota visto che Vedelago si colloca al 22° posto tra tutti i Comuni della Regione Veneto.

Superbonus 110%

Interesse e apprezzamento è stato raccolto dal ciclo di incontri informativi, rivolti ai cittadini, organizzati assieme alla cooperativa Energo Job Onlus con il supporto culturale dell’Associazione EnergoClub Onlus Ets lo scorso autunno. La diffusione del Superbonus 110% e Sismabonus 110% è promossa dall’Amministrazione comunale perché contribuirà a migliorare la qualità del vivere a Vedelago e a conseguire gli obiettivi del Piano di Azioni per l’Energia Sostenibile e il Clima (PAESC) per il 2030 e che darà seguito al PAES.

Bonus caldaie e auto elettriche

Sono circa 56 i cittadini beneficiari di questi due bonus introdotti per favorire la sostituzione delle caldaie di vecchia generazione e per la pulizia delle canne fumarie e sostenere l’acquisto di auto elettriche a basso impatto ambientale. Previsti rispettivamente 500, 750 e 1000 euro di contributo per le tre categorie.

URBANISTICA

Il Documento del sindaco, approvato a maggio 2020, prosegue l’attuazione del PAT comunale arrivato ora alla sesta variante. Tra gli obiettivi del nuovo Piano degli interventi, la possibilità di convertire fabbricati non più funzionali all’attività agricola in residenziale oppure con il meccanismo dei crediti edilizi al fine di dare la possibilità di riqualificare stabili destinati al degrado in abitazioni e nel contempo contenere il consumo di suolo.

Prosegue la progettualità Piano Ambientale per riqualificare Vedelago e il suo territorio. Esso comprende un’area di 3milioni di metri quadrati e prevede la predisposizione dell’accordo di programma tra pubblico e privati che indicherà cosa realmente si può fare così da rendere fruibile l’intera zona creando un centro sportivo naturale e turistico.

SPORT

Spiega l’assessore allo sport, Fabio Ceccato: “L’amministrazione ha lavorato nel 2021 per affinare la gestione dei contributi destinati alle associazioni sportive approvando un Regolamento in base al quale quantificare il supporto da parte del Comune alle varie realtà sportive locali. Fino allo scorso anno il Comune era l’intestatario delle utenze dei 5 impianti dati in gestione e ne copriva le spese per il 35% mentre la parte restante era corrisposta dalle associazioni che gestivano le strutture. Con le nuove convenzioni, le utenze verranno pagate direttamente dai gestori mentre il Comune erogherà un contributo a ciascuna associazione. Il nuovo regolamento sui contributi - oltre a tener conto di questo aspetto - fissa i criteri per l’erogazione premiando le associazioni che fanno promozione giovanile, collaborano con il Comune attraverso l’organizzazione di eventi ad hoc (ad esempio la Festa dello Sport) e hanno una significativa partecipazione di residenti del Comune rispetto al totale della squadra.

A breve verrà installata una tensostruttura sulla piattaforma adiacente al Polo sud per permettere agli studenti delle scuole di praticare motoria per una spesa di 100mila euro mentre in primavera 2022 sarà pronta l’area verde tra l’impianto sportivo Bolge e quello parrocchiale che verrà data in gestione ad un’associazione esterna che si occuperà dell’organizzazione e della calendarizzazione delle varie attività”.

SANITA’

E’ in corso la progettazione per l’ampliamento del distretto socio-sanitario di Vedelago ed è in arrivo un nuovo medico di medicina generale che prenderà il posto della dottoressa De Bortoli che andrà in pensione.

SERVIZI SOCIALI

I Servizi Sociali del Comune di Vedelago sono gestiti dall’Unione dei Comuni della Marca Occidentale che ha attuato il progetto sperimentale di “sistema integrato di Welfare Locale” finalizzato al riordino generale e al miglioramento della progettazione e della gestione del sistema locale dei servizi sociali e dell’erogazione delle prestazioni ai cittadini.

Ambiti di intervento in piena emergenza sanitaria:

-  mobilitazione estiva per i servizi rivolti ai bambini, pensati per garantire una socialità fin troppo sacrificata dal confinamento

-  assistenti domiciliari che hanno mantenuto i legami con le persone non autosufficienti e le loro famiglie.

-  Costante collegamento telefonico degli operatori con le molte persone in difficoltà.

Sono 386.644,70 euro le risorse versate all’Ulss 2 equivalenti a 23,10 euro pro capite.

Area famiglia e minori: per prevenire il disagio e promuovere il benessere, sono attivi, il tempo integrato, l’accoglienza anticipata, i centri estivi, i rapporti con le famiglie e la scuola, il progetto Pedibus. La realizzazione di questi progetti è possibile con il coinvolgimento diretto dei genitori, con i quali si è aperto uno spazio anche per dialogare sulle problematiche educative dei figli. A queste attività, si aggiunge anche lo Spazio educativo pomeridiano e l’attività educativa domiciliare nei casi indicati dai servizi specialistici dell’Ulss 2.

Area disagio adulto e contrasto alla povertà: in collaborazione con l’ambito intercomunale sono stati messi a punto progetti di inclusione rivolti ad una platea di nuclei familiari poveri. Inoltre, prosegue la collaborazione riguardante il “Patto per il lavoro”: lo strumento operativo per l’inserimento occupazionale, per la valutazione dei soggetti e gli ingressi in azienda.

Area anziani: i Servizi Sociali dell’Unione stanno studiando una serie di azioni e strategie: dall’unificazione del metodo di lavoro, all’accoglienza delle richieste dei cittadini non autosufficienti, alla collaborazione con il servizio Ulss 2 per le cure domiciliari. Si sta lavorando al completamento delle procedure amministrative per i ricoveri presso i centri servizi residenziali, alla definizione della compartecipazione alle rette, ed in questo anno si sta procedendo alla revisione sulla modalità dei servizi di accompagnamento sociale e dell’erogazione dei pasti. I Comuni dell’Unione, ad eccezione di Riese Pio X che dispone di proprio personale in ruolo, hanno unificato.

Area emergenza abitativa: L’emergenza abitativa, viene gestita come misura complementare a quella già attiva di contrasto alla povertà attraverso la cooperazione nell’ambito territoriale di riferimento, con progetti personalizzati. Tra le risposte, non esaustive per questioni logistiche, c’è il rafforzamento della collaborazione con il co-housing IPAB L. Crico, aperto all’ospitalità di persone con disagio sociale dal 2019. Insieme a questa prima risposta, si ritiene urgente per l’Unione sostenere concretamente i nuclei familiari con figli minori, allargando a progetti personalizzati sugli specifici nuclei familiari, individuando alloggi nei diversi Comuni e monitorando periodicamente le finalità per cui l’Unione prende impegni anche economici, in collaborazione con i soggetti gestori.

AbitAttivo: recentemente a Vedelago – grazie alla sinergia tra l’Unione della Marca Occidentale e l’Ater – è stato riattivato l’edificio di proprietà dell’Ater situato vicino al Distretto sanitario di Vedelago: un progetto mirato a dare una risposta abitativa a nuclei in situazione di disagio.

ISTRUZIONE

Primaria di Fanzolo

Nonostante si tratti di una scuola recente, una serie di gravi problemi strutturali stanno richiedendo complessi interventi di consolidamento statico necessari per risolvere anche i problemi di umidità ed infiltrazioni. Sono in corso altri interventi che si svolgeranno, senza intralcio anche durante l’anno scolastico, con l’apertura di microcantieri. > Costo: 150mila/200mila euro.

Scuola secondaria di primo grado di Vedelago

Sarà eseguito un intervento di adeguamento sismico. > Costo: 2 milioni 467mila euro.

Infanzia comunale, Scuola Primaria e palestra di Barcon

Spiega il vicesindaco Marco Perin: “La scuola dell’infanzia di Barcon è una struttura comunale che insiste in uno spazio privato rispetto al quale il Comune paga un affitto. Sono in corso alcuni interventi sull’edificio attuale di proprietà della parrocchia dato in locazione al Comune. Stiamo avviando l’iter per uno studio di fattibilità tecnica per la realizzazione di un nuovo plesso accanto alla scuola primaria e che preveda anche sull’adeguamento di quest’ultima e della palestra che necessita in interventi dal punto di vista statico. Tutto questo sempre nell’ottica di disporre di progetti pronti per partecipare ad eventuali bandi di finanziamento futuri”.

Primaria Fossalunga

Pur trattandosi di una scuola “giovane”, si è evidenziata una serie di problemi strutturali che necessariamente vanno risolti. Si è già intervenuti parzialmente sul tetto in legno, in alcuni punti mirati e sulla pensilina di accesso alla scuola. > Costo: oltre 20mila euro. Sono allo studio soluzioni per risolvere il problema dei parcheggi.

Plesso unico

In meno di due anni è stato completato il plesso unico sud in via del Brolo a Casacorba. Un edificio all’avanguardia dal punto di vista tecnologico ed energetico, pensato per riunire in un’unica sede gli studenti delle scuole primarie di Albaredo, Casacorba e Cavasagra.

SEZIONE MUSICALE: è partita a settembre 2021: risultato raggiunto! E da Natale gli studenti del corso possono contare su una dotazione di strumenti nuovissimi, ottenuti grazie alla donazione di Lions Club Vedelago Palladium e Banca delle Terre Venete.

TRASPORTO SCOLASTICO

A partire dal 2020 l’intero territorio comunale è coperto dal servizio di trasporto scolastico, sia per gli alunni delle scuole primarie, con fermate puntuali casa per casa, sia per quelli della secondaria di primo grado, con punti di raccolta nelle frazioni. Il servizio ha un costo di circa 350mila euro all’anno, il 70% del quale finanziato dal Comune mentre il restante è coperto dal costo degli abbonamenti. Si sta studiano una riorganizzazione del servizio per il prossimo anno quando nella scuola secondaria di primo grado sarà modificato l’orario scolastico da lunedì a sabato a lunedì a venerdì (con orario di inizio e di fine lezioni rispettivamente anticipato e posticipato).

MENSA SCOLASTICA

L’appalto è stato aggiudicato alla ditta Euroristorazione di Silea. Il costo del servizio è di circa 275mila euro. La somma di compartecipazione del Comune è di circa il 10%.

SERVIZI INTEGRATIVI A SOSTEGNO DELLE FAMIGLIE

Accoglienza anticipata: per chi necessita di portare i figli a scuola prima dell’orario di inizio, a partire dalle 7.30. Il servizio è attivo in tutti i plessi delle scuole primarie.

Tempo integrato: è un progetto specifico, attivo nelle ore pomeridiane nei giorni in cui non vi è attività scolastica.

Centri estivi: per dare un’occasione di socialità e condivisione ai bambini e ragazzi durante il periodo estivo.

Altri servizi: il Comune collabora anche nella gestione di servizi individuali

Sep - Servizio educativo pomeridiano: sostegno educativo e didattico per ragazzi provenienti da nuclei familiari con necessità di un supporto nel fornire stimoli ai figli e che prevede anche, se necessario, un percorso di integrazione sociale rivolto a bambini e mamme.

Sostegno educativo domiciliare: proposta educativa personalizzata rivolta alle situazioni a rischio segnalate dal Consultorio familiare.

È inoltre attivo il Servizio sostegno rivolto alle mamme gestito dalla Cooperativa Una Casa per l’uomo.

INTERVENTI STRAORDINARI COVID 2020

- Il Comune ha stanziato un contributo di 50 euro a settimana per ciascun partecipante sia ai centri estivi comunali che parrocchiali e privati così da calmierare le quote che, inevitabilmente, con l’obbligo di introdurre le misure di sicurezza, per il 2020 sono lievitate. La partecipazione è stata eccezionale, date le circostanze, con oltre 600 iscritti ai centri estivi comunali e oltre 800 partecipanti ai centri estivi parrocchiali e privati con punte di oltre 180 partecipanti a settimana.

- Interventi di riqualificazione degli edifici scolastici finanziati con i 70mila euro circa ottenuti dal Miur nell’ambito del PON 2014-2020

POLITICHE GIOVANILI

Ci sto? Affare fatica!: il progetto - rivolto ai ragazzi tra i 14 ed i 19 anni - è stato sperimentato per la prima volta con successo nel 2020. Gestito dalla cooperativa Kirikù per i Comuni di Vedelago, Loria e Riese Pio X, ha ottenuto grande successo e apprezzamento con la partecipazione di 40 ragazzi nel primo anno e di oltre 70 nel 2021. Nel corso dell’iniziativa i partecipanti sono stati coinvolti in iniziative di cittadinanza attiva: un’opportunità per sentirsi utili, occupando parte della giornata e ricevendo al contempo buoni spesa, i “buoni fatica” del valore di 50 euro. I ragazzi e le ragazze si sono impegnati nella manutenzione di aree verdi e arredo urbano, nella pulizia di spazi e piccole manutenzioni. Ad affiancare i giovani la presenza di un tutor (giovani dai 20 ai 30 anni) ed un handyman, un volontario adulto, con competenze tecniche e artigianali che hanno accompagnato i partecipanti in questa esperienza.  

CULTURA

Spiega l’assessore alla cultura, Denisse Braccio: “L’offerta culturale vedelaghese si è arricchita in questi anni dell’importante contributo dato dal teatro. Grazie alla convenzione firmata nel 2018 dal Comune e dalla parrocchia, titolare del cinema Sanson, l’Amministrazione Comunale ha preso in gestione con comodato d’uso gratuito la struttura. In questo modo, la gestione della programmazione viene ora messa a punto assieme all’associazione culturale Il Satiro Teatro guidata da Gigi Mardegan che con grande passione, attento impegno e un’esperienza quarantennale nel settore, condivide con l’Amministrazione l’obiettivo di promuovere la cultura nel territorio. Questa sinergia ha permesso di ampliare l’offerta di eventi sia dal punto di vista quantitativo e qualitativo, con la messa in scena di spettacoli prodotti sia da compagnie amatoriali del territorio (Straviai, Piccolo Borgo Antico, Teatro d’Arte Rinascita e Satiro), sia con nomi di spicco del panorama teatrale nazionale (Lella Costa, Natalino Balasso, Simone Cristicchi). La collaborazione con Il Satiro ha permesso anche di valorizzare l’arena di Villa Cappelletto, una location centrale ed ideale per ospitare nel periodo estivo gli spettacoli all’aperto”.

L’emergenza sanitaria aveva inevitabilmente imposto la sospensione degli spettacoli – specie quelli al chiuso -, che fortunatamente da poco sono ripartiti. L’Amministrazione, assieme all’Ufficio cultura, ha anche quest’anno progettato e realizzato la rassegna estiva all’aperto - Risate in arena - nel pieno rispetto delle norme anti-covid; come si desume dal titolo si tratta di una rassegna pensata per far sorridere e stemperare le tensioni, recuperando la voglia di divertirsi in maniera sana e culturalmente qualificata! A questa si è aggiunta anche l’iniziativa Teatro in famiglia con due spettacoli per i più piccoli. Tutti gli eventi hanno riscontrato il favore del pubblico. Purtroppo, a causa del clima di incertezza nella giornata di oggi il Comune, in accordo con Satiro Teatro, ha deciso di sospendere la rassegna teatrale invernale la cui partenza era prevista dal 15 gennaio 2022. Si è svolta anche quest’anno la 21ma edizione degli incontri annuali di musica presso Villa Grimani Morosini Gatterbug di Albaredo.

La proposta culturale del Comune si compone anche di altri appuntamenti, che hanno subito lo stop a causa dell’emergenza sanitaria: i Laboratori di paleontologia, archeologia, chimica, astronomia, le serate scientifiche, le Letture animate, Il Maggio dei libri, i Laboratori trilingue, gli incontri con l’autore, anche del territorio, proposti sia nel periodo estivo che autunnale, la partecipazione alla X^ rassegna SILE JAZZ con la proposta di un concerto in Villa Grimani ad Albaredo e un concerto in Villa Pola a Barcon, i laboratori ludico-didattici, gli incontri su tematiche sociali (bullismo, sindrome di down). Tra le iniziative molto riuscite si ricordano Le Colazioni letterarie in collaborazione con le caffetterie locali, la Festa dei Nonni e l’evento “La scuola che include” con la presentazione del libro ‘Le parole di Pietro’, una favola per bambini che racconta la storia del piccolo Pietro di Fanzolo che, dopo le prime ore del parto, è stato vittima di una crisi respiratoria che ne causò una paralisi cerebrale compromettendo le funzioni neurovegetative.

Iniziative di promozione del progetto Nati per leggere: ogni bambino ha diritto di essere protetto, non solo dalla malattia e dalla violenza ma anche dallo svantaggio socio-culturale e dalla povertà educativa. E grazie alle pagine dei libri e alle parole delle storie, possiamo farlo.  Le storie, con le loro parole e loro immagini, sono una fonte inesauribile di stimoli che, se offerti precocemente e con continuità, incidono profondamente sull’itinerario di vita di un bambino. Le storie diventano così quel diritto che Nati per Leggere si impegna a diffondere e a garantire, a tutte le bambine e a tutti i bambini. Riconosciuta l’importanza della lettura fin dalla tenera età, nel corso dell’anno è stato realizzato in orario scolastico, con grande entusiasmo dei piccoli e dei loro insegnanti, il ciclo di incontri di letture animate presso tutte le scuole dell’infanzia del territorio. Sono stati altresì organizzati, con una significativa partecipazione delle giovani famiglie, appuntamenti di letture animate, in Biblioteca, sempre per i bambini della scuola dell’infanzia.

Di particolare rilievo il concerto del 9 ottobre 2021, dedicato alla giornata mondiale dell’Alzheimer (21 settembre),  al fine di sostenere l’attività svolta dall’Associazione ASAV onlus di Vedelago per le famiglie con persone affette da Alzheimer ed, in particolare, la realizzazione  del giardino sensoriale presso il Centro Sollievo dell’Associazione stessa,  con la collaborazione della sezione vedelaghese del Lions club Vedelago Palladium,  presso la sala M. Sanson, prevedendo l’ingresso con biglietto responsabile e con incasso devoluto a favore dell’Associazione Asav onlus di Vedelago.

A queste iniziative poi si aggiungono le celebrazioni dedicate a quelle “giornate da ricordare”: Giornata della Memoria, Giorno del Ricordo, Giornata mondiale malattie croniche infiammatorie intestinali, Ottobre in rosa, Giornata Internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. Per tale ricorrenza sono stati organizzati i seguenti appuntamenti: 5 novembre vetrine parlanti, iniziativa che ha previsto la decorazione grafica di vetrine di esercizi commerciali con i volti di donne famose e loro citazioni per invitare ad una riflessione sulle aspirazioni dell’universo femminile e sul tema della parità di genere; 20 novembre FLASH MOB in Piazza Martiri della Libertà a Vedelago alle ore 10.00, per dire NO alla violenza sulle donne, con la partecipazione delle classi terze della scuola secondaria di primo grado di Vedelago; 25 novembre alle ore 20.45 presso la sala M. Sanson a Vedelago, presentazione della pubblicazione “Libere e sovrane. Le ventuno donne che hanno fatto la Costituzione”, della quale sono autrici Micol Cossali, Giulia Mirandola, Mara Rossi, Novella Volani. La pubblicazione presenta le 21 donne che per prime nella storia d'Italia intervennero nelle decisioni politiche sul futuro del paese e che insieme contribuirono con slancio ed energia a scrivere la nostra Costituzione e a renderla anche la Costituzione delle donne; dal 13 al 27 novembre presso la sala riunioni della Biblioteca Comunale, mostra LIBERE E SOVRANE.  A ciascuna delle ventuno donne è stata dedicata una tavola illustrata da Michela Nanut e una breve scheda biografica che ne evidenziava il contributo.

Non è mancata la collaborazione con le Associazioni/Parrocchie del territorio volta a promuovere le iniziative di sensibilizzazione dell’attività svolta per un maggior coinvolgimento della comunità: Avis Vedelago Odv, Asav, Associazione Amici Della Musica “Piero Fullin”, Vedelago Aps, Pro Loco Vedelago, Gruppo Alpini, Ecc. Si ricordano alcuni altri appuntamenti: Vedelago riparte in musica, il 50° anniversario della costituzione dell’associazione Avis Vedelago Odv, la Rassegna cori alpini ed il Concerto di Natale.

POLIZIA LOCALE

Il Corpo di Polizia locale è composto da 17 agenti (dei quali 11 assegnati all’ambito 1 Vedelago-Resana), e da quest’anno può contare su due nuovi mezzi, più un terzo in arrivo. Nel corso del 2020 e 2021 si è passati dai controlli specifici dettati dal rispetto delle norme “Covid19” ad un più attento controllo del territorio e del rispetto delle violazioni alle norme del Codice della Strada. È ripresa anche l’importante e sempre molto apprezzata attività di educazione stradale svolta nelle scuole di ogni ordine e grado.

Spiega l’assessore alla sicurezza, Roberto Nicoletti: “Sul piano infrastrutturale, infine, l’Unione dei Comuni Marca Occidentale, partecipando a 2 bandi regionali del 2019 e 2020, è risultata beneficiaria di altrettanti contributi pubblici di 50mila euro ciascuno. Il primo stralcio, che sarà realizzato entro giugno 2022, prevede il potenziamento del sistema integrato di videosorveglianza territoriale del Comune di Vedelago con l’installazione tre videocamere nel parco di Villa Cappelletto e una presso il Comando della Polizia locale e la realizzazione di una centrale operativa presso la sede del Corpo di Polizia locale dove confluiranno anche le registrazioni effettuate dai sistemi di tutti e 4 i territori dell’Unione. Il secondo stralcio, invece, prevede l’installazione di nuove videocamere di lettura delle targhe lungo i più importanti assi stradali comunali nuove videocamere posizionate su siti sensibili individuati dall’Amministrazione Comunale”.

E’ previsto inoltre l’acquisto di una serie di fototrappole, utili per individuare i responsabili di abbandono di rifiuti e di alcune body cam ad uso delle Polizia locale, ovvero delle mini videocamere da indossare sul petto e da azionare in caso di interventi particolarmente complicati. Infine è in corso una trattativa sindacale per cercare di estendere l’orario di servizio della Polizia locale dal pomeridiano al serale.

PROTEZIONE CIVILE

Dal mese di marzo 2020 il gruppo comunale di Protezione Civile ha prestato all’Amministrazione e all’intera comunità vedelaghese il proprio prezioso aiuto nell’ambito degli interventi legati all’emergenza da Covid19. I volontari di Protezione Civile hanno reso un’attività fondamentale di supporto per la consegna alle famiglie del Comune degli aiuti alimentari (in stretta collaborazione con i Servizi Sociali del Comune), per l’esecuzione dei tamponi (in supporto all’Ulss 2), nonché per la gestione dell’accesso al punto vaccinale di Riese Pio X che oggi è stato trasferito a Vedelago presso il nido integrato La Tartaruga e, non da ultimo, per la gestione dell’accesso del pubblico al municipio. L’Amministrazione Comunale, a fronte dell’impegno profuso dai volontari, ha sempre manifestato particolare attenzione alle esigenze della locale Protezione Civile, stanziando risorse per l’acquisto di equipaggiamenti, dispositivi di protezione individuale, vestiario, nonché di apparecchiature informatiche. Dall’8 dicembre 2019, al gruppo è stata assegnata una nuova sede (piano primo di Villa Binetti in via Papa Sarto, 5). Al gruppo di Protezione Civile sono stati assegnati 2 autoveicoli, a cui si è aggiunto recentemente un pick up, e 9 apparati radio Tetra-Motorola che consentono, in caso di necessità e/o emergenza, il costante collegamento sinergico tra Polizia Locale e Protezione Civile.

ISTITUZIONALE

Sono 132 i premi consegnati a fine settembre durante la cerimonia conclusiva del week end vedelaghese de “Il meglio che c’è”. Una cerimonia voluta dall’Amministrazione Comunale per riconoscere il merito e la dedizione dei talenti “made in Vedelago” e a cui hanno partecipato molte autorità locali. Borse di studio e atleti 68 le borse di studio, per un importo totale di 19.130 euro circa di cui 14.130 finanziati dal Comune di Vedelago e 5mila di contributo della Banca delle Terre Venete, sono state consegnate agli studenti che hanno concluso con successo le scuole secondarie di primo e secondo grado e l’Università. 44 gli atleti premiati che nell’ultimo periodo hanno conseguito traguardi nazionali, europei e mondiali. Volontari nell’emergenza Significativo anche il momento dedicato alle realtà che hanno contributo fattivamente alla gestione dell’emergenza sanitaria tra cui 8 aziende locali che nel periodo più critico hanno donato mascherine, buoni spesa, materiali e servizi per la comunità e 9 associazioni locali che - coordinate dall’instancabile Protezione civile - hanno messo tempo ed energia a disposizione supportando concretamente l’Amministrazione Comunale (Avis, Accademia della Solidarietà, Alpini Vedelago e Gruppo Alpini Cavasagra, Lions, Gruppo Giovani Ciara Stea di Albaredo, Fossalunga.it, Caritas). Momenti speciali Non sono mancati i momenti di commozione come la consegna di una targa alla giovanissima Allegra Gasparini (ora 9 anni) che, quando aveva 8 anni ha scelto di donare i suoi capelli a coloro che, a causa delle cure oncologiche, li perdono e necessitano di una parrucca: un grande gesto di generosità fatto da una bambina che purtroppo ha conosciuto la malattia in famiglia. O ancora il momento speciale organizzato assieme all’Istituto Comprensivo per ricordare due figure importanti per il mondo della scuola: l’appassionata insegnante Tiziana Zanin e il generoso Pino Massa, venuti a mancare recentemente

ATTIVITA’ PRODUTTIVE E AGRICOLTURA

E’ stato istituito un bando di 110mila euro per il sostegno delle piccole attività artigianali e commerciali di vicinato che più hanno sofferto causa Covid 19. Sono stati liquidati 59 contributi da 1.000 euro ciascuno. E’ stato finanziato il progetto Castellana Fund, per poter facilitare l’accesso al micro credito (20.000-30.000 €) destinando 18mila euro ai consorzi di fido, che tramite un meccanismo moltiplicatore, hanno consentito di erogare fidi per 250mila euro alle piccole aziende di Vedelago. Visto le richieste, l’Amministrazione ha già destinato altri 18.000 € per replicare l’iniziativa. Continuano anche le agevolazioni per gli esercenti per quanto riguarda l’occupazione del suolo pubblico.

E’ stato approvato il nuovo Regolamento rurale e il nuovo Regolamento sull’uso dei fitofarmaci, aggiornando e regolamentando secondo le più recenti normative tutta una serie di pratiche agricole. Nella prossima primavera verranno installati 3 alveari come progetto pilota presso l’area della scuola secondaria di primo grado di Vedelago. L’intento è quello di sensibilizzare gli studenti sulla fondamentale funzione delle api. Saranno organizzati incontri e dimostrazioni pratiche con esperti apicoltori e professionisti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Bilancio di fine anno a Vedelago: la parola d’ordine è "pianificazione"
TrevisoToday è in caricamento